Nuovo look per il centro storico. Fioriere per fermare le auto

Approvato un nuovo progetto di riqualificazione del centro storico. Dalla giunta comunale via libera al piano che porterà nuove fioriere e dissuasori pedonali.Il progetto di riqualificazione del centro storico – spiega una nota dell’amministrazione guidata dal sindaco Giulia Deidda – "è in continuità con la politica adottata in questi anni di miglioramento del tessuto urbano del nostro centro storico". "Con quest’ultimo tassello vogliamo migliorare – spiega Deidda – la sicurezza e la fruibilità del cuore di Santa Croce sull’Arno attraverso un nuovo arredo in punti strategici delle vie più percorse dai cittadini". Si tratta, appunto,di una riqualificazione del centro storico approvato nell’ultima seduta dalla giunta comunale.

"Il progetto migliorerà la qualità urbana e la sicurezza del centro storico - sottolinea il primo cittadino - grazie al posizionamento di fioriere impediremo il transito dei veicoli che ad oggi costituisce un forte pericolo particolarmente avvertito dagli abitanti, dai commercianti e in generale dai frequentatori del paese". "Il progetto prevede inoltre il posizionamento di dissuasori nel perimetro di piazza Garibaldi – aggiunge ancora – e in alcune zone di piazza Matteotti per restituirne la percorribilità pedonale e in sicurezza"

"L’amministrazione comunale – conclude il sindaco – ha deciso di realizzare questo intervento con risorse proprie, pari a circa 65 mila euro, rispondendo così alle richieste dei commercianti del centro storico che a più riprese ci avevano sollecitato. E’ solo l’ultimo di una serie di investimenti sul rilancio del centro storico partito nel 2016 con la riqualificazione di piazza Matteotti e la nuova viabilità e successivamente con la riqualificazione di piazza Garibaldi e via Turi, interventi per un importo complessivo di oltre un milione di euro". Un’operazione, quindi, che per l’amministrazione va a chiudere il cerchio di un’operazione che negli ultimi anni ha messo sotto la lente necessità ed urgen"e del centro, alle prese con criticità, ma anche con potenzialità di ripartenza e ripresa.

C. B.