Indagini dei carabinieri
Indagini dei carabinieri

Castelfranco, 23 aprile 2019 - Avevano pistola alla mano e volto travisato. Bottino della rapina all’incirca 200 euro. L’azione criminale è stata commessa ieri pomeriggio, attorno alle 17,30, ai danni della Farmacia «San Martino» di Castelfranco. Un colpo, presumibilmente, studiato più che d’impeto: il giorno di Pasquetta, con i paesi semivuoti – nonostante il tempo –, la gente distratta dalla festa e maggiori possibilità di passare inosservati e guadagnare la fuga. Hanno agito in due, con volti oscurati e in mano un ’arma per minacciare la dottoressa e farsi consegnare l’incasso: pistola che potrebbe essere stata anche una semplice arma giocattolo che, tuttavia, in quei frangesti di paura, si è presentata come vera e capace di fare fuoco. Al momento della rapina – da quanto si apprende – non sarebbero stati presenti clienti nel negozio. L’addetta della farmacia di turno nel gioro di festa è rimasta scioccata e, ieri sera, stava cercando di fornire ai carabinieri della compagnia di San Miniato elementi utili alla indagini.

L’attenzione di starebbe concentrando su due soggetti piuttosto magri  e abbastanza alti. Sembra che non si tratti di stranieri ma di connazionali con accento del sud Italia. Un aiuto potrebbe venire anche dalla visione di telecamere, anche se i due avevano appunto il volto travisato e sono fuggiti. Sembra a bordo di una macchina Nissan Micra di colore grigio. Un anno fa le farmacie della zona, sia a Santa Croce che Castelfranco, sono state a più riprese nel mirino di rapinatori.


Carlo Baroni