Pontedera, 17 aprile 2017 - Ladri all’ospedale Lotti. Molto probabilmente nel pomeriggio di domenica – il furto è stato scoperto alle 18,40 dalla guardia giurata in servizio per la sicurezza del nosocomio – ignoti sono riusciti a entrare nella cappellina forzando il cilindro della serratura della porta. Poi si sono diretti nel locale adibito a sacrestia e qui hanno trovato circa 10 euro in monete.

Questo il valore della refurtiva. Il vigilantes si è accorto che la porta della chiesetta interna all’ospedale era stata forzata, e che qualcuno era entrato, durante il giro di ispezione e controllo dei padiglioni e dei locali previsto durante il giorno e la notte. La guardia giurata ha avvertito i responsabili dell’ospedale e i carabinieri che sono intervenuti e hanno fatto un sopralluogo per cercare di individuare l’autore del furto.

Potrebbe trattarsi di uno sbandato dei tanti che si aggirano nell’ospedale, come tutti i nosocomi mèta di persone in difficoltà non solo per motivi di salute. Il furto, chiaramente, è di poco conto. Colpisce il fatto che sia stata presa di mira la chiesetta del Lotti, a tutti gli effetti luogo sacro e di culto, dove tante persone, ammalati o loro familiari, si fermano per qualche minuto in preghiera o in silenzio e dove tutti i giorni viene celebrata la santa messa. Aiuto alle indagini dei carabinieri potrebbe venire dalle telecamere di videosorveglianza.