La città e il benvenuto agli attori che metteranno in scena il Dramma

La città e il benvenuto agli attori che metteranno in scena il Dramma
La città e il benvenuto agli attori che metteranno in scena il Dramma

La città ha dato ieri il benvenuto alla compagnia di attori che metterà in scena il Dramma Popolare. Un momento, ormai, che fa parte della tradizione, perché il Teatro del Cielo è il fiore all’occhiello di San Miniato e della sua estate. Nella sala consiliare del Comune gli attori, il regista, la Fondazione Istituto del Dramma Popolare – guidata da Marzio Gabbanini – sono stati ricevuti dal sindaco e dagli assessori. Gabbanini ha ribadito, presentando la Festa del Teatro, quanto significhi il Dramma per la città, per la Toscana e per l’Italia: "E’ cultura".

Gabbanini poi ha ha ringraziato tutti i soggetti che rendono possibile questo evento, in primis la Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato e la banca Credit Agricole, ma anche l’amministrazione comunale, la Diocesi ed i tantissimi sponsor che sostengono la manifestazione. Tra questi anche il gruppo industriale Tecnoamebiente Gruppo EcoEridania. Poi il saluto di benvenuto del primo cittadino Simone Giglioli e gli interventi, prima del giovane regista Giovanni Ortoleva, e poi di alcuni attori. Lo spettacolo s’intitola "Dramma industriale", e inquadra l’autunno 1953 quando più di duemila operai, tutti assunti presso lo stabilimento fiorentino del Pignone rischiarono il licenziamento per la chiusura della fabbrica. Il sindaco della città, Giorgio La Pira, prese le parti degli operai, asserragliati nello stabilimento. Nelle drammatiche giornate di quell’occupazione, tra scioperi generali e rapporti con industriali, prefetti e ministri, La Pira compattò un fronte politico e civile che puntò a salvare prima di ogni altra cosa i posti di lavoro.

Il cast: Christian La Rosa, Stefano Braschi, Marco Cacciola, Stefania Medri, Edoardo Sorgente. Assistente alla regia Alice Sinigallia. Scenografia di Federico Biancalani, musiche Pietro Guarracino e costumi Graziella Pepe. Dopo la prima assoluta lo spettacolo sarà replicato in piazza Duomo dal 22 al 26 luglio.