Paolo Marconcini
Paolo Marconcini

Pontedera, 29 ottobre 2016 - Geofor risponde alla notizia dell’indagine avviata dalla Procura sull’utilizzo di un’auto aziendale. "Il clamore suscitato attorno all'auto aziendale del Presidente di Geofor mi sembra eccessivo: una gogna mediatica. - scrive Paolo Marconcini - Il sottoscritto, come da regola aziendale, paga le multe di tasca propria, come ogni altro dipendente che dovesse ricevere contravvenzioni, nessuno escluso. Ho la disponibilità dell'auto aziendale per usi connessi al lavoro e pago a fattura per l'uso personale della stessa in base alle tabelle Aci, con calcolo mensile. Non ho più da tempo la disponibilità della Panda che spesso ho usato anche per lavoro". Questa la risposta alla notizia, pubblicata in esclusiva dal nostro giornale. 
L’automobile al centro dell’indagine da parte della Procura e della squadra mobile della Questura di Pisa sarebbe l’auto blu a disposizione del presidente Paolo Marconcini. E sarebbe stato lo stesso Marconcini ad averla utilizzata, nell’agosto scorso, per un viaggio personale ad Amalfi, in provincia di Salerno. Il presidente di Geofor sarebbe rimasto alcuni giorni sulla splendida Costiera campana dove si sarebbe recato per un matrimonio.
Altri particolari su La Nazione in edicola oggi