Carabinieri (Foto di repertorio)
Carabinieri (Foto di repertorio)

Pontedera, 14 aprile 2019 - I ladri colpiscono anche al centro estetico "Vero Esthetique" in via Tosco Romagnola a Pontedera. Nell’attività di Veronica Flocco i malviventi sono entrati spaccando una finestra che affaccia sulla strada statale, accanto alla porta di ingresso. Rubati un telefono cellulare, un tablet e un macchinario estetico. Un danno importante, alcune migliaia di euro, al quale va aggiunta anche la spesa per la sostituzione del vetro rotto. Il furto è stato messo a segno nelle prime ore della mattina di venerdì, forse tra le 5,30 e le 6. «I vicini mi hanno detto di aver sentito dei rumori e dei colpi», racconta la titolare del centro estetico arrabbiata per quanto accaduto.

"Non è la prima volta che ci provano – aggiunge Veronica Flocco – Non c’erano mai riusciti, ma questa volta ce l’hanno fatta a entrare spaccando il vetro e portar via il telefono aziendale, il tablet e il macchinario estetico. Soldi non ne hanno presi; non c’erano e quindi non li hanno potuti trovare. Purtroppo è successo. I carabinieri, che sono venuti a fare il sopralluogo, mi hanno detto che stanno seguendo una pista. Spero li prendano e si possano ritrovare gli oggetti rubati anche se, sicuramente, saranno riusciti a rivenderli subito".

Il furto, come detto, è accaduto venerdì mattina. La Flocco è stata avvertita da una cliente che poco prima delle 9, orario di apertura del centro estetico, era arrivata per l’appuntamento. La donna ha visto la finestra aperta e pensava che dentro vi fosse la titolare. «Invece non ero ancora arrivata – racconta ancora Veronica Flocco – Ha provato a chiamarmi, ma non ha avuto alcuna risposta, così ha capito che cosa poteva essere successo. Mi ha telefonato e sono arrivata in pochissimo tempo. Quando sono entrata sono rimasta senza parole. Avevano messo a soqquadro tutto il negozio. Non è la prima volta che tentano di entrare, ma a questo giro sono riusciti nel loro intento.

I carabinieri indagano su una pista che pare già conoscano, o comunque una di quelle note a Pontedera dove fatti del genere sono accaduti in molte attività negli ultimi tempi. Sono malviventi che cercano piccole cose da poter rivendere per comprarsi cosa... lo sappiamo (la droga, Ndr)».

E torna il problema degli esercizi commerciali di Pontedera presi di mira dai ladri nel cuore della notte. Tra i precedenti, la serie di furti messi a segno con la solita tecnica: un tombino scagliato contro la vetrina per poi arraffare il più possibile in pochi minuti.