Calcinaia, 5 settembre 2018 - Il Comune di Calcinaia vola nelle classifiche regionali di accesso ai finanziamenti dell’edilizia scolastica: al 4° posto (per un importo complessivo di 3,500 milioni di euro) per la realizzazione della scuola dell’infanzia e della scuola primaria a Calcinaia e al 27° posto (2 milioni) per la costruzione della palestra di Fornacette. «Si tratta di un risultato eccezionale, frutto di un lavoro e di una programmazione attenta e puntuale cominciata ben 9 anni fa», spiega il Comune che nel 2009 si è messo al lavoro per progettare due poli scolastici all’. Già perché risale al 2009 l’idea di realizzare due poli scolastici assolutamente innovativi sia dal punto di vista ambientale sia dal punto di vista costruttivo e tecnologico. Il primo, quello di Fornacette, è stato portato a termine con successo nel 2016 con una grande festa per inaugurare una struttura che non ha eguali nel territorio provinciale. Tanto da meritare l’attenzione nazionale come esempio di “scuola ecologica”.

Terminato il primo polo dedicato alla frazione più popolosa del territorio comunale, è tempo di concetrare gli sforzi verso il secondo polo, quello di Calcinaia che ha il compito di riunire sotto un unico tetto la scuola primaria e quella dell’infanzia e anche la direzione scolastica. Per costruirla il comune aveva già messo da parte 2 milioni di finanziamenti con la speranza di trovare altri soldi. Ecco allora la buona notizia di questi giorni: il quarto posto (su 514 proposte) nella graduatoria della Regione con la certezza di accedere nel 2018 a ben 3,5 milioni che permetteranno di realizzare tutta la struttura. Tradotto: le casse comunali non dovranno sborsare soldi per costruirla. «Casse che peraltro godono di ottima salute come testimoniato dall’articolo apparso poco tempo fa sui quotidiani locali che identifica il Comune di Calcinaia come quello con meno debito pro capite della provincia di Pisa», puntualizza l’amministrazione.

Buone notizie anche per la palestra di Fornacette che si è piazzata 27esima nella classifica assicurandosi un finanziamento di 2 milioni entro il 2019.

«Quello di Calcinaia può diventare un esempio che non ha molti termini di paragone in Italia, perlomeno per un comune medio piccolo come il nostro. Riuscire in così poco tempo a realizzare una scuola e ad imbastire l’iter per la costruzione di un’altra, non è cosa semplice. E non ci accontentiamo, infatti vogliamo che la nuova scuola di Calcinaia abbia gli stessi standard della precedente, quindi assolutamente all’avanguardia dal punto di vista, ambientale, energetico e tecnologico», chiude la sindaca Ciampi.