Bimba non ammessa alla mensa. Ma la mamma l’aveva iscritta. Rossi: "Avvertire e poi escludere"

La consigliera di opposizione: "Ho votato il regolamento, ma va evitato di causare delusione nei ragazzi"

Bimba non ammessa alla mensa. Ma la mamma l’aveva iscritta. Rossi: "Avvertire e poi escludere"

Bimba non ammessa alla mensa. Ma la mamma l’aveva iscritta. Rossi: "Avvertire e poi escludere"

CASTELFRANCO

Un disguido, un errore materiale nella comunicazione dell’elenco dei bimbi iscritti alla mensa o un altro intoppo chiaramente involontario. Sta di fatto che una bimba che frequenta la prima classe della Primaria di Castelfranco non è stata ammessa al primo giorno della mensa scolastica. Dalla scuola è stata chiamata la mamma che è andata a prenderla per portarla a pranzo a casa. La bambina c’è rimasta male perché voleva rimanere a scuola insieme alle compagne e ai compagni di classe. E c’è rimasta male anche la mamma che, prima ha verificato con gli uffici comunali che l’iscrizione e il pagamento erano in regola, e poi si è rivolta alla consigliera comunale di opposizione Aurora Rossi di Forza Italia.

"E’ evidente l’errore commesso nei confronti di questa bimba e di questa famiglia. Ma a me preme sottolineare un altro fatto – spiega Aurora Rossi – Anche io ho votato convintamente il regolamento comunale della mensa scolastica con la regola che ’chi non paga non mangia’. L’ho votato e lo rivoterei. Ma credo che debba essere usato il buon senso. Se un bimbo o una bimba sono a scuola e sanno di rimanere a mensa perché quel tal giorno è quello che prevede anche il pomeriggio, non devono essere chiamati i genitori per andarli a prendere se non sono nell’elenco della mensa. Per un giorno, secondo me, l’alunno va ammesso alla mensa insieme a tutti gli altri e poi, constatato che c’è qualcosa che non torna, avvertita la famiglia che dalla volta successiva, se non regolarizza la posizione o l’iscrizione, il bimba o la bimba non può mangiare a scuola. Credo sia un comportamento corretto nei confronti dei bambini per non deluderli".