Salvini in conferenza stampa a Forte dei Marmi (foto Umicini)
Salvini in conferenza stampa a Forte dei Marmi (foto Umicini)

Forte dei Marmi, 13 agosto 2020 - «Ripercussioni delle Regionali a livello nazionale non ce ne saranno, per quel che mi riguarda. Quel che accadrà a Roma prescinderà dal voto dei toscani, dei veneti. Anche se spero che questo Governo tolga il disturbo». Parola del segretario della Lega, Matteo Salvini, oggi durante una conferenza stampa a Forte dei Marmi.  "La sensazione è molto buona, finalmente dopo mesi di chiacchiere, introspezioni, servizi e analisi psicologiche, il 20 e il 21 settembre, vota la gente vera. Si vedrà chi sale e chi scende, chi vince e chi perde. Siccome io ho delle belle sensazione non vedo l'ora che sia il 20 e il 21 settembre". ha incalzato il leader leghista.

Salvini ha poi toccato vari temi: sul bonus Covid da 600 euro, percepito da alcuni parlamentari ha sottolineato: "Chi sbaglia paga. Spero che anche gli altri partiti siano egualmente rigorosi. Noi i nostri li sospendiamo». "Mi domando che cosa aspetti a dimettersi un signore che e' il presidente dell'Inps che non ha pagato la Cassa integrazione a migliaia lavoratori che ne avevano diritto ma ha pagato il bonus ai parlamentari", ha aggiunto.

Per quanto riguarda il processo che lo attende a ottobre a Catania in merito alla vicenda Open Arms, il leader della Lega ha detto: "Andrò a processo a Catania e penso che sarò accompagnato da tanta gente, già ci sono molte prenotazioni di voli. Molti vedono questo processo come un plotone di esecuzione, per me è un punto di partenza di cui vado orgoglioso. Per me sarà l'alba e anche per il popolo italiano".

Sulle discoteche Salvini ha detto: «L'unica emergenza sanitaria che c'è viene dal mare. Non sono criminali i ragazzi che vengono in Versilia è deficiente chi va in discoteca senza sapere l'esito del tampone. Chiudere il locale è irriguardoso per la gente che lavora. Fare il processo alla Versilia mi sembra irrispettoso».