Salvini a Siena, un selfie con De Mossi

Firenze, 22 giugno 2018 - Parte da Siena il tour di Matteo Salvini (segretario della Lega e ministro dell'interno) in vista dei ballottaggi delle amministrative in programma domenica 24 giugno. Nella città del Palio, Salvini interviene in appoggio del candidato Luigi De Mossi, che sfiderà il primo cittadino uscente, Bruno Valentini del Pd.

"La sinistra e il Pd non sono più padroni né di Siena, né di Pisa né della Toscana", dice Salvini, allargando il suo intervento oltre la realtà senese. "Non vedo l'ora che la Toscana torni a essere una regione libera. Il prossimo avviso di sfratto riguarda Enrico Rossi, riguarda la regione", aggiunge Salvini. "Vedere tante persone qui in piazza vuol dire finalmente che è caduto non il muro di Berlino ma il muro di Siena".

Il leader leghista dice che vorrebbe assistere per la prima volta al Palio e poi affronta il nodo Monte dei Paschi: "Mps è Siena, è la banca, è il risparmio nel mondo. E' sopravvissuto a epidemie, pestilenze, carestie, guerre risorgimentali, guerre mondiali, e non è sopravvissuto al Pd. Quando sono arrivati il toscanissimo Renzi e Padoan un'azione valeva più di 400 euro, oggi ne vale 2". Salvini chiede "verità sulla morte di Davide Rossi", riferendosi alla morte dell'ex responsabile della comunicazione di Mps che la sera del 6 marzo 2013 è precipitato dalla finestra del suo ufficio.

Riguardo alla tappa pisana del tour Salvini polemizza con Enrico Rossi: "Ho visto che il governatore della Toscana sostanzialmente ha detto che sono un pericolo pubblico e non dovrei essere a Pisa stasera: il problema di Pisa è il ministro dell'Interno, e non le bande di extracomunitari che si prendono a bottigliate per controllare le piazze dello spaccio della droga. Sono strani questi del Pd - ha aggiunto Salvini, intervenendo a una iniziativa a Siena in vista del ballottaggio per le elezioni amministrative - il problema è la polizia e non gli spacciatori nordafricani. Però vabbè, io vado a Pisa ovviamente col sorriso sulle labbra".

Dopo Siena, Salvini è andato a Campi Bisenzio: qui il suo appooggio va alla candidata del centro destra Maria Serena Quercioli che sfida il sindaco uscente Emiliano Fossi. "Ho ben presente il problema rom a Firenze ed in tutta la provincia di Firenze, è un problema da affrontare e quindi ci tornerò quando il sindaco sarà in città". 

Salvini a Campi Bisenzio per sostenere Quercioli: le foto

Riferendosi alla morte di Duccio Dini (travolto durante un inseguimento tra auto di rom) Salvini aggiunge: "Farò di tutto per evitare che un 29enne, muoia per dei balordi che si inseguono. Non si può morire a 29 anni in quella roba lì. E poi sui rom mi rompono le scatole… ma io li controllo personalmente, uno per uno". Nel pomeriggio invece la visita a Marina di Massa. Qui ha parlato, tra l'altro, anche del problema dei venditori abusivi sulle spiagge