Firenze, 5 ottobre 2021 - «Il commento è una sola parola: straordinario. Prima delle elezioni si diceva che la Toscana sarebbe stata rimessa in discussione. In realtà sono stati i 31 Comuni al voto, due vanno al ballottaggio peraltro con l'esponente di centrosinistra con un ottimo risultato» ma «tolti questi due Comuni, negli altri 29 in 19 ha vinto il candidato del centrosinistra e negli altri 10 ha vinto o un candidato civico o del centrodestra». Così il presidente della Toscana, Eugenio Giani, ha commentato i risultati delle Comunali dove erano previste in Toscana.

Le parole di Giani

A livello nazionale, ha poi evidenziato Giani, «abbiamo un centrosinistra che vince direttamente al primo turno nelle tre grandi città di Milano, Bologna e Napoli e si propone al ballottaggio, ed è un successo, a Trieste, ma anche a Torino e con ottime possibilità a Roma. Un ottimo risultato per il centrosinistra, declinato in Toscana in un incoraggiamento al lavoro che abbiamo fatto, i sindaci in questi anni, e il sottoscritto in questo anno».

image

Riguardo alle Suppletive per la Camera «onestamente il risultato è ottimo - ha aggiunto Giani - soprattutto nel collegio di Siena-Valdichiana aretina, lì con un 12% di scarto perché Enrico Letta ha sfiorato addirittura il 50%: il risultato si è presentato in tutta la sua importanza».

Donzelli: "Centrodestra premiato"

«Il centrodestra di governo in Toscana convince e stravince. I risultati di Grosseto e Montevarchi lo dimostrano in modo netto grazie all'ottimo lavoro delle amministrazioni guidate da Antonfrancesco Vivarelli Colonna e Silvia Chiassai Martini. Così come quello di Abetone-Cutigliano, dove Marcello Danti proseguirà l'egregio lavoro iniziato da Diego Petrucci. Siamo molto soddisfatti per la grande affermazione nei Comuni dove si è votato: in particolare spicca il risultato di Grosseto, dove Fratelli d'Italia è il primo partito della coalizione del centrodestra che si conferma alla guida del municipio. Ai nostri esponenti locali e ai candidati vanno i nostri complimenti: per noi si tratta di una felice conferma di risultati che fino a qualche anno fa sarebbero stati impensabili, a conferma della qualità della classe dirigente che mettiamo in campo». Lo afferma il deputato toscano di Fratelli d'Italia, Giovanni Donzelli, commentano le Comunali in Toscana.

image

Melio: "Pd costruisca dal basso"

«Sebbene in Toscana il centrosinistra abbia avuto la meglio, occorre che il Partito Democratico inizi a rendersi conto che la buona politica, fatta di reti e di relazioni dal basso, tra le ultime file, può far camminare valori, idee e soprattutto proposte davvero lontano». Lo ha affermato Iacopo Melio, consigliere regionale Pd in Toscana, a proposito dei risultati delle elezioni del 3-4 ottobre. Secondo Melio, è necessario muoversi «collaborando in maniera aperta e 'laicà con chi davvero ha a cuore il bene del territorio e di chi lo abita, allargando la coalizione là dove c'è del buono», e il modello sociale giusto è quello delle Agorà Democratiche: «Una piazza allargata - ha detto - dove porre l'accento sui diritti umani e civili». Per il consigliere regionale «la poca affluenza alle urne di ieri, e la vittoria del centrodestra in una regione del Sud, ci ha ricordato, se mai ce ne fosse stato bisogno, come la politica debba tornare a rimettere al centro concretezza e praticità, dando la priorità ai temi che le cittadine e i cittadini percepiscono come importanti. D'altronde, sia il referendum sulla legalizzazione dell'eutanasia così come quello della cannabis hanno dimostrato che, se ascoltate in maniera interessata, le persone si mobilitano, riconoscendo le giuste cause e le migliori soluzioni».