La Pistoiese a Sansepolcro. In gruppo un Trotta in più

Gli arancioni di nuovo in campo questo pomeriggio: spazio alle seconde linee. In prova l’attaccante classe 1992: il suo ingaggio sarebbe un colpo da novanta.

La Pistoiese a Sansepolcro. In gruppo un Trotta in più

La Pistoiese a Sansepolcro. In gruppo un Trotta in più

Il modo migliore per lasciarsi alle spalle delusione e critiche è quella di tornare subito in campo per scaricare la rabbia e la voglia di rivalsa. La Pistoiese ha l’occasione giusta con la partita di oggi di Coppa Italia contro il Sansepolcro (stadio Buitoni ore 15). Gli arancioni si presentano all’appuntamento senza poter contare sugli squalificati Davì e Pertica e con La Monica ancora fermo ai box. Una partita in cui è facile pensare che Luigi Consonni darà spazio a coloro che fino ad ora hanno avuto meno possibilità per mettersi in mostra, fermo restando l’importanza dell’impegno. Non abbiamo tuttavia potuto chiedere conferma al diretto interessato, poiché alla vigilia la società ha deciso di far parlare i giocatori Salto e Oubakent.

"Tutte le partite sono importanti – afferma Damian Salto – visto che dobbiamo crescere e migliorare e quindi ogni gara è utile per valutare la nostra condizione. Siamo i primi a non essere soddisfatti del momento che stiamo attraversando e lavoriamo duramente ogni giorno per ottenere il massimo, ecco perché a Sansepolcro andremo con l’obiettivo di passare il turno". Salto parla anche della classifica e di come fare per uscire da questo periodo negativo. "E’ normale guardare la classifica – dice il centrale arancione – vedere quali squadre sono davanti e quanti sono i punti di distacco, ma sappiamo che la vera Pistoiese non può essere questa. Le ultime due partite ci hanno lasciato una grande amarezza e solo stando uniti possiamo uscire da questo momento e dare una svolta alla stagione". Sulla stessa lunghezza d’onda è Hamza Oubakent. "La partita di oggi rappresenta il continuo di un percorso che abbiamo iniziato – afferma Oubakent – In questo inizio di stagione abbiamo visto una squadra in crescita soprattutto nelle ultime due giornate dove abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti a concretizzare il lavoro fatto. La fortuna nel calcio non esiste però devo dire che gli episodi non sono stati dalla nostra parte. Per quanto mi riguarda fino ad ora ho cambiato diversi ruoli e sono di non aver espresso il mio massimo ma a me interessa lavorare per la squadra".

Intanto la società si è mossa per dare maggiore forza alla rosa, soprattutto in attacco. Potrebbe farlo con un colpo da novanta, almeno sulla carta. Ieri infatti è arrivato a Pistoia Marcello Trotta, classe ‘92, una carriera lunghissima spesa soprattutto in Inghilterra vestendo tra le altre le maglie del Manchester City Fulham, mentre in Italia è stato quattro anni al Napoli, poi Avellino, Sassuolo, Crotone, Frosinone. Trotta attualmente è svincolato e la Pistoiese potrebbe metterlo sotto contratto già nei prossimi giorni. Inutile dire che il suo ingaggio sarebbe un lusso per la categoria, al netto di quello che sarà l’effettivo rendimento in campo. In prova c’è anche il centrocampista Marcellin Caporaso, classe 2005, ex under 18 della Sampdoria.

Maurizio Innocenti