Pistoia, 30 marzo 2020 - Nemmeno l'emergenza sanitaria che stiamo tristemente vivendo ha fermato i vandali che nella notte hanno devastato la scuola Frosini di Pistoia. Vernici e tempere sparse ovunque, fascicoli strappati e gettati nelle stanze, disegni osceni tracciati per terra. Questo il risultato del raid.

Nella notte scorsa alcuni residenti hanno notato delle luci all'interno dell'edificio di via Cavallerizza e hanno così allertato la Polizia municipale che si è recata sul posto ma da un controllo esterno tutto sembrava in ordine. Questa mattina l'amara scoperta. Il personale del cantiere comunale insieme agli agenti della Municipale hanno effettuato un controllo più approfondito scoprendo che qualcuno si era introdotto nella scuola mettendola a soqquadro.

Per entrare è stato rotto il vetro di una finestra a piano terreno sul retro ed una volta dentro è iniziata la scorribanda che si è conclusa con lo scardinamento di una porta della palestra per crearsi la via di fuga. Inutile dire quanto sia condannabile questo fatto, sia per il l'atto vandalico puro, e sia perché chi ha deciso di compierlo ha anche violato le norme restrittive a tutela di tutti in questi momenti.