Carabinieri in una foto di repertorio
Carabinieri in una foto di repertorio

Serravalle Pistoiese (Pistoia), 13 novembre 2019 - E’ davvero un giallo la scomparsa di Ennio Ponziani, 84 anni avvenuta domenica pomeriggio 10 novembre. A Casalguidi, ieri, le ricerche sono proseguite senza sosta, tutte concentrate lungo la collina intorno all’abitazione dell’uomo che vive insieme al figlio Roberto, agente immobiliare.

Ed è proprio il figlio che non riesce a spiegarsi dove sia finito il padre nelle condizioni fisiche in cui si trova. «Da poco è caduto e ha riportato la frattura di diverse vertebre tanto che i medici gli hanno raccomandato riposo per almeno due mesi – racconta mentre la casa si è riempita dei parenti preoccupati –. Non solo, ha avuto una trombosi a una gamba e un piede è praticamente fuori uso. Non può camminare molto, per questo le ricerche si sono concentrare vicino alla nostra abitazione».

Sono state sette le battute di ricerca organizzate nelle prime 24 ore tutte eseguite dalle forze dell’ordine, i vigili del fuoco, protezione civile, volontari della Vab, le unità cinofile, elicotteri, ma anche con i sommozzatori che hanno scandagliato alcuni laghetti vicini.

Ieri inoltre, i carabinieri sono nuovamente tornati all’interno della casa, ma in quelle mura di Ennio non c’è traccia. Il sospetto del figlio a questo punto è che qualcuno possa averlo portato via con qualche mezzo. «Ti viene da pensarlo anche se non capisco per quale motivo – dice –. Se quest’uomo non è qui o non si trova nei paraggi di casa non può essere andata altrimenti, qualcuno lo ha preso e portato via». A oggi però nessun nemico c’è stato nella vita di Ennio e il rapimento è una strada che tutta la famiglia sente di escludere. «Non ci sarebbero proprio i presupposti per farlo – dice il figlio –. Intanto le ricerche proseguiranno anche se il grande dispiegamento dei mezzi usati fino a oggi sarà ridotto.

«D’altronde sono state usate tutte le tecnologie possibili – spiega Roberto Ponziani – Quest’uomo qui non c’è». Nella piazza di Casalguidi continua ad essere allestita la centrale operativa per le ricerche dell’uomo, coordinamento dei soccorsi al quale ha partecipato anche il sindaco in persona Piero Lunardi. L’appello, per chiunque lo avvistasse è di mettersi in contatto con i carabinieri di Casalguidi o di chiamare il figlio al telefono cellulare 320.2150604. Ennio, al momento della scomparsa, era senza occhiali, indossava una camicia, una tuta ed era in pantofole. Il cane, che di solito lo segue ovunque è rimasto in casa mentre di lui, da domenica sera, si sono perse completamente le tracce.