Stasera torna: "Passeggiando". Cena itinerante

Viene riproposta la seconda edizione di Passeggiando a Tobbiana, un percorso eno-gastronomico organizzato dalla Pro Loco locale. Cena itinerante con piatti locali, musica e panorama suggestivo. Successo atteso con più di 400 partecipanti.

Stasera torna: "Passeggiando". Cena itinerante

Stasera torna: "Passeggiando". Cena itinerante

Sull’onda del successo dell’anno scorso viene riproposta oggi la seconda edizione di Passeggiando, un percorso eno-gastronomico nel centro di Tobbiana organizzato dalla Pro Loco del paese. Alle 19,30 partirà dalla piazza della Chiesa un itinerario nelle strade del paese che ad ogni tappa permetterà di gustare piatti locali, preparati dai volontari della Pro-Loco con la collaborazione con la gente del posto. Sarà una sorta di grande cena itinerante, dall’aperitivo alla partenza, all’antipasto in località La Lastra e poi due tappe per due diversi primi, altre due soste per due secondi in un circuito di prelibatezze che si chiuderà di nuovo in piazza con il dolce e il caffè. Quest’anno verrà proposta, oltre al menù classico e tradizionale, anche qualche variante e delle alternative di tipo vegetariano. Tutto il paese è coinvolto perché la Pro Loco ha organizzato la manifestazione ma le famiglie del paese hanno messo a disposizione gli spazi dove saranno allestite le diverse tappe del percorso. Il percorso sarà allietato da due gruppi musicali montalesi: la Senza Rotta Band e gli Skitarrati. Tra le attrazioni quella naturale del suggestivo panorama sulla valle che si gode da Tobbiana. Si può prenotare presso il supermarket Conad di Tobbiana o presso la Mesticheria Montalese di via Martiri della Libertà a Montale, ma anche attraverso i canali social della Pro Loco di Tobbiana. L’anno scorso si registrarono circa 400 partecipanti e quest’anno ne sono attesi anche di più.

"Passeggiando" si è dimostrata un’idea riuscita della Pro Loco con lo scopo di promuovere il paese, attirando l’attenzione di chi abbia voglia di aria fresca e di cibo buono, ma è anche un’occasione per i montalesi di passare in allegria una serata.

Giacomo Bini