Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
13 lug 2022
13 lug 2022

"I vaccini alterano il dna e sono pericolosi". Decisione-choc di un giudice a Firenze

Il provvedimento revoca temporaneamente la sospensione dal lavoro di una psicologa no vax di Pistoia

13 lug 2022
EMILIA-ROMAGNA Di Andrea Mari RAVENNA- La Sicis, l'azienda di Ravenna in cui lavorava e dove era delegata Rsu, l'aveva licenziata per "utilizzo non appropriato dei permessi per l'assistenza di familiari disabili". E proprio per "accertare le modalita' di utilizzo dei permessi", l'ha fatta pedinare da un investigatore. Il quale, peraltro, per sbaglio l'aveva fermata per strada chiedendole se sapeva dove abitasse 'la signora xx', che poi era lei. La Filctem-Cgil che oggi rende nota la vicenda, ha portato tutto al Tribunale del lavoro di Ravenna, che ha dato ragione al sindacato, ordinando il reintegro della lavoratrice, Anche perche' che "da anni usa permessi perche' il padre, gravemente malato, necessita di assistenza continua", sottolinea la Filctem. Che poi attacca: "Verosimilmente" il momento di licenziarla "non e' stato scelto a caso, dato che in quel periodo era aperto un procedimento per condotta antisindacale a carico della Sicis", e "buona parte delle condotte avevano colpito proprio la donna, che, da pochi giorni, aveva reso una testimonianza decisiva".   (Ama/ Dire) 14:36 30-08-1
Tribunale

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?