Il Comune in accordo con il parroco ha deciso di non far svolgere la messa
Il Comune in accordo con il parroco ha deciso di non far svolgere la messa

Procedura covid per la commemorazione dei defunti a Pieve a Nievole. Le novità introdotte per la celebrazione di domenica sono state prese in accordo tra il sindaco Gilda Diolaiuti e il parroco Alberto Tampellini. Il calendario prevede per domenica 1 novembre, in luogo della consueta Santa Messa che si sarebbe dovuta svolgere al cimitero municipale alle 15, alle stessa ora, il parroco e gli altri sacerdoti faranno un’ampia benedizione a tutte le tombe e ai loculi. Non è stata prevista alcuna limitazione o restrizione per gli accessi, a patto che siano scrupolosamente seguite le norme sanitarie anticontagio previste, come l’obbligatorietà della mascherina e il distanziamento personale. Gli ingressi saranno scaglionati, grazie anche alla presenza dei volontari della Misericordia impegnati su questo versante, mentre in generale è raccomandata una sosta non troppo prolungata per permettere a tutti i cittadini di visitare la tomba dei propri cari in questo giorno particolare. "Abbiamo dovuto rinunciare alla consueta Messa – ha detto il sindaco Diolaiuti – e questo è uno degli aspetti dolorosi dell’emergenza sanitaria perché priva i fedeli di un appuntamento molto partecipato. D’accordo con don Alberto abbiamo optato per una benedizione per evidenti motivi legati alla pandemia e all’esigenza di non creare assembramenti".