Porrettana
Porrettana

Pistoia, 19 maggio 2019 - Non ci sta  l’Anas alle accuse di ritardi sui lavori per il ripristino della statale Porrettana. «Le attività tecniche e amministrative necessarie all’avvio dei lavori – spiegano appunto dalla società – sono state avviate tempestivamente da Anas il giorno stesso dell’evento e sono in fase di ultimazione. L’avvio dei lavori di consolidamento del versante e ricostruzione della strada statale 64 Porrettana nel tratto colpito da un dissesto geologico tra le località Pavana e Ponte della Venturina è previsto entro il 10 giugno prossimo. Nei primi due mesi sarà realizzata una terza corsia lato monte per consentire il transito a senso unico alternato durante i lavori di ricostruzione del corpo stradale, che saranno ultimati in sei mesi». Come noto, lo scorso 4 febbraio un’ampia frana in movimento ha compromesso l’intera pendice, dalla strada fino al torrente sottostante, per un’estensione di circa 50 metri.

«I nostri tecnici – proseguono da Anas – hanno quindi avviato i rilievi topografici, i rilievi geologici e le indagini geognostiche indispensabili per la progettazione dell’intervento di consolidamento del versante e ripristino del corpo stradale. L’esito dei rilievi ha evidenziato che l’estensione del dissesto, la profondità del fenomeno e la tipologia dei terreni attraversati rendono necessario un intervento significativo, per un investimento complessivo di circa tre milioni di euro, già stanziati da Anas».

«Il progetto – conclude Anas – è stato redatto e trasmesso a tutti gli enti competenti per i pareri previsti dalla legge. Nei giorni scorsi Anas ha ricevuto l’ultimo parere, relativo agli aspetti archeologici. Le prescrizioni contenute nel parere sono in fase di attuazione. L’impresa esecutrice era già stata individuata in precedenza tramite un accordo quadro già stipulato da Anas, che ha consentito una sostanziale riduzione dei tempi necessari all’avvio degli interventi».