Pistoia, 23 maggio 2018 - Musica per tutti i gusti, buoni affari per locali e negozi, praticamente tutti aperti, e divertimento per ogni età. Ma anche cultura, con un record di visitatori nei musei cittadini. A dispetto di qualche polemica iniziale, l’edizione «numero zero» della Notte Bianca di Pistoia, che si è svolta sabato scorso, è andata bene. A confermarlo non ci sono soltanto i numeri delle presenze in città, «ma soprattutto – sottolineano gli organizzatori – il modello vincente di collaborazione fra le imprese del centro che ha permesso la buona riuscita della serata».

E’ questo, in breve, il bilancio del Centro Commerciale Naturale di Pistoia che, a tre giorni dall’evento, si concentra, a mente fredda, su risultati assolutamente non scontati. Sono  state migliaia le persone che hanno frequentato il centro storico la sera di sabato scorso, e tantissimi sono stati coloro che hanno approfittato delle aperture serali dei musei e dei principali monumenti del centro: 500 i visitatori del Museo Civico e del Battistero, quasi 300 al Fabroni e 40 le persone che sono riuscite a salire sul campanile (che corrispondono al numero massimo possibile per una serata). «Questo – si dice ancora dal Ccn – è stato possibile grazie alla collaborazione fra i vari attori della città che, nonostante le criticità date dai brevissimi tempi di organizzazione, dal budget risicato e dagli ostacoli che può presentare un’edizione zero, hanno dato vita ad una formula vincente».

Fra i grandi  «protagonisti» c’è stata piazza Duomo grazie anche al gran finale della serata con il djset. A guidare la serata è stato Massimo Bani, storico dj del Concorde di Chiesina Uzzanese e uno dei più grandi esponenti della disco music anni ’80. Ad accompagnarlo, nella chiusura della prima Notte Bianca di Pistoia, Nick Parisis e Ronny Fusco, in un duo creato esclusivamente per l’occasione. Ma la giornata era iniziata fin dal pomeriggio con un programma che ha coinvolto le varie vie della città. Numerose, e fondamentali per la buona riuscita, sono state le street band che hanno percorso le vie principali della città.

«La soddisfazione per il successo ottenuto dalla Notte Bianca è ancor più grande a qualche giorno dalla sua conclusione – afferma Francesco Becagli, presidente del Centro commerciale naturale di Pistoia – La città ha dimostrato di reagire a di apprezzare l’iniziativa, frutto della volontà di tanti imprenditori di darsi da fare per realizzare un momento di richiamo e di valorizzazione per il centro storico. La sinergia che si è creata fra le attività e fra le diverse vie è alla base di una nuova formula di collaborazione da riproporre e migliorare per i futuri eventi, fra cui – conclude Becagli – i Percorsi notturni di luglio».