La protesta delle maestre

Pistoia, 12 maggio 2018 - Al grido "la maestra non si tocca" dalla sede provveditorato di Pistoia questo pomeriggio è partito il corteo delle maestre precarie per dire no ai licenziamenti (per ora 17 colleghe non laureate) e chiedere un decreto di urgenza in merito alla sentenza della Corte d'appello che cancella l'abilitazione all'insegnamento per le insegnanti della scuola primaria in possesso del solo diploma magistrale (conseguito prima del 2001-2002).

Un 'fiume' di maestre e maestri di tutte le età, ma anche famiglie e alunni, ha sfilato in città. In tutto hanno partecipato circa 150 persone. Il corteo è arrivato anche fino alla sede della Cgil di Pistoia, quando si è soffermato chiedendo a gran voce "dove sono i sindacati?". Poi le maestre hanno proseguito per Corso Gramsci, fino a raggiungere piazza del Duomo dove era fissata l'ultima tappa della protesta.