Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
19 giu 2022

La Galleria Nazionale diventa verde E arrivano le nuove telecamere

Sta per partire la riqualificazione finanziata grazie al bando "Piccole Bellezze" della Fondazione Caript. Moduli verticali con piante particolari per riprodurre il paesaggio pistoiese. Videosorveglianza a luglio

19 giu 2022

Verde verticale con piante particolari a dare il senso dei paesaggi tipici pistoiesi, un grande display al centro della piazza per proiettare messaggi istituzionali, promuovere eventi pubblici e ospitare pubblicità. Lucidatura di tutta la pavimentazione e pulizia delle mura. Soprattutto, un nuovo impianto di videosorveglianza. Sono questi gli interventi principali che saranno realizzati alla Galleria Nazionale grazie ai 60mila euro ricevuti dalla Fondazione Caript attraverso il bando "Piccole bellezze". Nel giorno della Festa della Toscana a presentare la trasformazione di una delle zone storiche del centro è stato Fausto Menichini, titolare del negozio di strumenti musicali in Galleria e presidente dell’associazione omonima che raccoglie residenti, artigiani, professionisti e commercianti del quartiere.

"A causa del Covid abbiamo dovuto tardare molto con preventivi e interventi ma alla fine ce l’abbiamo fatta – spiega – Questa zona sarà completamente trasformata e tornerà ad essere bella e sicura. L’intervento più particolare riguarda i moduli di verde verticale previsti. Si tratterà di una coltivazione idroponica che non prevede terra né quindi uso di infestanti o pesticidi. Salirà verso l’alto andando ad incontrare i tipici ciottoli dell’Ombrone Pistoiese fino a particolari di castagno, faggio e ontano tipici invece della collina e della montagna. Saranno installati in continuità creando un effetto tunnel molto particolare. L’illuminazione della zona sarà rafforzata con nuovi led ed è previsto un impianto di videosorveglianza collegato direttamente con le forze dell’ordine". Ad occuparsi del progetto verde è stato l’architetto Marco Cei. Le piante che saranno presenti nella zona non necessitano di sole e si autoalimentano con l’acqua prevista nei moduli. In parole povere "l’idroponica è la coltivazione delle piante fuori suolo, quindi senza terra. L’acqua svolge una parte fondamentale in questo tipo di coltura, poiché è quest’ultima che riesce a passare tutte le sostanze nutritive alla pianta, così da farla crescere velocemente ein salute". Il primo intervento previsto è l’installazione della videosorveglianza a luglio, mentre ad agosto si procederà alla lucidatura del pavimento. Entro dicembre l’intero progetto sarà realizzato.

Quella della Galleria Nazionale è solo una delle riqualificazioni previste dal bando "Piccole Bellezze". L’obiettivo della Fondazione Caripit era quello di "restituire piccole bellezze" a luoghi trascurati, valorizzarli con la cura del verde e con iniziative socio-culturali, rendere loro dignità e decoro attraverso nuove progettualità e nuovi percorsi. Si è trattato di un progetto sperimentale e innovativo destinato ad associazioni, comitati, soggetti del volontariato ed enti locali per la riappropriazione degli spazi aperti sottoutilizzati e degradati e al contempo per il miglioramento dell’ecosistema cittadino anche dal punto di vista della fruizione sociale. Insieme alla Galleria Nazionale si interverrà con la riqualificazione del Piccolo Giardino Puccini e degli spazi che lo circondano, l’associazione Pinocchio sport di Pescia attraverso i 12mila euro ricevuti si occuperà di un’area nelle vicinanze del centro in forte stato di degrado, l’associazione vigili del fuoco riqualificherà il giardino Paolo Novelli, poi ci sarà un nuovo percorso didattico all’Orsigna e molto altro ancora in tutta la provincia.

Michela Monti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?