"Hanno sparato al nostro gattino". Troppi animali spariti nella zona

Il proprietario del felino ha sporto denuncia alla polizia, dopo che l’animale è rincasato con le ferite. "La radiografia ha mostrato la presenza di molti pallini. Sentiamo i colpi nel quartiere, c’è da avere paura"

Il gattino ferito

Il gattino ferito

Pistoia, 19 ottobre 2023 – Chi vive con un animale domestico sa quanta cura richieda il suo accudimento e quanta apprensione può destare un suo allontanamento. Da alcune settimane, sembra che nella zona del Nespolo, siano spariti diversi gattini, di proprietà delle famiglie residenti della zona. A provarlo sono stati i cartelli messi dai padroni delle bestioline che non li hanno più viste rincasare. Ma ora è accaduto qualcosa che getta un’ombra più inquietante su queste "sparizioni". A raccontarci i fatti è un residente della zona, che ci chiede di rimanere animino ma che ha presentato una denuncia alla polizia. Il suo gattino, nero, si è allontanato di casa domenica 17 settembre. Per alcuni giorni la famiglia non lo ha più visto, contrariamente alle abitudini del felino. Il gatto è poi ricomparso la domenica successiva. E alla sua vista, i suoi padroni si sono subito preoccupati: il gatto si trascinava con fatica sulle zampe e quasi non riusciva a camminare.

“Lo abbiamo subito portato dal nostro veterinario – racconta il suo padrone – che ci ha dato gli antibiotici: il gattino aveva delle ferite. Ma le sue condizioni non miglioravano, e noi non sapevamo come alleviare le sue pene". Così, dopo alcuni giorni, la famiglia ha deciso di riportare il gattino dal veterinario per sottoporlo a una nuova visita. "Il medico ha deciso di fargli una lastra di controllo per capire meglio cosa ci fosse agli arti inferiori – ci racconta ancora il padrone – e ha scoperto una cosa orribile. Il nostro gattino era pieno di pallini, pallini di arma da fuoco, probabilmente quelli di un fucile. Chi lo ha colpito lo ha fatto volontariamente, perché erano troppi i pallini che il gattino aveva per pensare ad un incidente, un fatto casuale. Oltretutto, da tempo si sente sparare nella nostra zona, anche molto presto la mattina. Il nostro timore è che ci sia qualcuno che si accanisce su queste povere bestioline, che possa essere l’autore delle sparizioni di altri gattini".

Ma c’è di più, c’è un pericolo oggettivo anche per le persone. "Questa volta – ci spiega il padrone del gatto nero - è toccato al nostro gattino, ma un colpo sparato incautamente potrebbe arrivare nella proprietà di una famiglia e colpire un bambino che sta giocando. Insomma, è bene fare dei controlli e non abbassare la guardia".

Reda. pt.