L'inviata di Striscia, Chiara Squaglia a Quarrata
L'inviata di Striscia, Chiara Squaglia a Quarrata

Quarrata, 2 dicembre 2019 - Botox? Ci pensa la sedicente dottoressa. Che la prima visita la fa, infradito ai piedi e camice improvvisato, nella cucina di casa. Per poi sottoporre la paziente di turno al trattamento in abiti tutt'altro che sterili: pigiamone di pile e pantofole, senza l'ombra neppure di un paio di guanti. Smascherata dall'inviata Chiara Squaglia per il programma Striscia la notizia di Canale 5 un'altra improvvisata del botox, una signora di origini russe che nel suo appartamento di Quarrata praticava "punturine" e trattamenti estetici senza possedere titolo né abilitazione. Il servizio realizzato dalla Squaglia col supporto di un'attrice nei panni della finta paziente è andato in onda questa sera su Canale 5. 

Il filmato mostra, attraverso l'ausilio di una telecamera nascosta, come la donna accolga i pazienti in casa sua improvvisando uno studio medico in cucina. Labbra, palpebre e zigomi: la signora si dice abile a poter rimpolpare qualsiasi parte del viso, alle modiche cifre di 100-180 euro a filler. L'attrice dunque accetta di sottoporsi al trattamento ed è qui che la signora mostra una volta di più la totale mancanza di condizioni igieniche necessarie a pratiche del genere: con un pigiama invernale indosso e una serie di farmaci stipati sotto il televisore, la donna di origine russa si dice pronta a iniziare.

Il materiale rinvenuto a casa della signora dai carabinieri

Ma è in quel momento che Chiara Squaglia fa irruzione, mandando in fumo il piano. Passa poco tempo perché i carabinieri, probabilmente allertati da qualche vicino insospettito dal trambusto, giungano sul posto e procedano ai controlli del caso, sequestrando il materiale e accompagnando la signora e il marito in caserma.