Carabinieri
Carabinieri

Pistoia, 28 marzo 2018 - Ben ventotto denunce per lesioni aggravate e rapina: è il bilancio di un'operazione dei carabinieri del Norm di Pistoia a seguito di un'aggressione, grave se non altro per il numero dei partecipanti, avvenuta nel tardo pomeriggio dell’11 ottobre 2017 ai giardini pubblici di Monteoliveto in via Petrocchi.

I denunciati, secondo gli investigatori, avrebbero dato luogo a una vera e propria aggressione premeditata nei confronti di sei giovani di età compresa fra 16 e i 18 anni quattro dei quali residenti a Firenze e due ad Agliana. Nel parapiglia furono i due aglianesi ad avere la peggio, tanto da dover ricorrere alle cure del pronto soccorso di Pistoia per contusioni varie con prognosi di quindici e dieci giorni, mentre per i loro accompagnatori fiorentini le conseguenze furono molto più lievi e non ebbero bisogno di cure mediche.

Inoltre i due giovani aglianesi, minacciati anche con coltelli e picchiati con bastoni, vennero rapinati del portafoglio e dei telefoni cellulari, che poi sarebbero stati ceduti a persone residenti a Prato e non più trovati.

Non sono stati chiariti i motivi dell’aggressione, maturata probabilmente nell’ambito dello spaccio e sul corso del quale sono in corso accertamenti. Fra i ventotto denunciati, la maggior parte dei quali residenti o domiciliati a Pistoia e provincia, di cui diciotto stranieri di varie nazionalità (Romania, Nigeria, Sri Lanka, Marocco, Albania, Senegal, El Salvador) , di età compresa fra i 16 e i 25 anni, si contano tredici minori dei quali quattro stranieri. Quindici dei denunciati hanno precedenti di polizia, due hanno lo status di rifugiato e sono ospitati in una struttura d’accoglienza di Prato.