Pistoiese-Siena (foto Acerboni/FotoCastellani)
Pistoiese-Siena (foto Acerboni/FotoCastellani)

Pistoia, 16 febbraio 2020 - Il derby finisce tra le polemiche: un pareggio, 1-1, condizionato da un direttore di gara eufemisticamente incerto. Pistoiese senza l’infortunato Bordin e gli squalificati Terigi e Morachioli, Siena privo di Guberti, in infermeria. Nel primo tempo si giochicchia a metà campo. Succede poco. Le due squadre si rispettano. Sul taccuino restano un paio di azioni, niente di più. Al 18’ Arrigoni batte a rete in diagonale dalla destra dai 18 metri, ma Pisseri dice no in bello stile, deviando il pallone alla sua destra. La difesa fa il resto spazzando l’area di rigore.

Al 34’ incornata di Gucci sugli sviluppi di un calcio d’angolo, col pallone che finisce di poco alto sulla traversa. Una prima frazione di gioco che non resterà negli annali. L’avvio di ripresa lascia presagire ben altra partita: è il 1’ allorché Valiani nei sedici metri serve il liberissimo Favale, che davanti all’estremo difensore scocca un tiro in diagonale dalla sinistra che si perde a fondo campo. Al 13’ cross dalla destra di Ferrarini, Tempesti dal dischetto calcia al volo di desto, ma Confente è bravo a opporsi, respingendo sulla sua destra. Al 17’ Cerretelli si rende insidioso su calcio piazzato, deviato da un difensore in corner. Alla mezz’ora l’episodio che potrebbe decidere l’incontro. L’arbitro sorvola su un fallo su Stijepovic, lanciato a rete, il Siena ne approfitta per ripartire e castigare gli arancioni: Boateng è bravo a salire sulla destra, a mettere in mezzo un traversone in apparenza innocuo, ma che Dametto devia nella propria porta.

Gli arancioni protestano in maniera veemente: il direttore di gara espelle Vitiello affibbiandogli dapprima un giallo e poi il cartellino rosso per proteste. Pancaro entrato in campo per invitare Vitiello a uscire dal terreno, si vede sventolare il rosso: a nulla vale il tentativo di spiegazioni. Nella contestazione generale, l’arbitro decreta frettolosamente il penalty allo scadere dei 5 minuti di recupero: fallo di D’Ambrosio su Stijepovic. Giallo per D’Ambrosio. Trasforma Falcone. Finisce in parità, ma il finale di partita, francamente, è tutto da dimenticare.

Il tabellino:

PISTOIESE (3-5-2): Pisseri; Dametto, Camilleri, Capellini; Ferrarini, Tempesti (21’ st Falcone), Vitiello, Cerretelli (21’ st Spinozzi), Favale (36’ st Llamas); Valiani (28’ st Stijepovic), Gucci (28’ st Cappelluzzo).
A disp: Salvalaggio, Leggiero, Mazzarani, Ciccone, Spadoni, Bortoletti, Cappellini.
All. Pancaro.

SIENA (3-5-2): Confente; Romagnoli, D’Ambrosio, Panizzi; Oukhadda (14’ st Boateng), Bovo (14’ st Icardi), Gerli, Arrigoni (48’ st Gladestony), Migliorelli; Guidone (42’ st Sparacello), Cesarini.
A disp. Saloni, Campagnacci, Romei, Ceesay, D’Auria, Andreoli, Buschiazzo, Lombardo.
All. Dal Canto.

Arbitro: Tremolada di Monza.

Marcatori: 30’ st autogol di Dametto, 50’ st Falcone su calcio di rigore.

Note: pomeriggio sereno, temperatura 12°. Spettatori circa 950. Espulsi: 32’ st Vitiello per proteste, 32’ st Pancaro per proteste. Ammoniti: Ferrarini (Pistoiese), Migliorelli, D’Ambrosio (Siena). Angoli 5-3 per il Siena. Recuperi 1' pt, 5’ st.