Pro Vercelli-Pistoiese (foto LaPresse)
Pro Vercelli-Pistoiese (foto LaPresse)

Vercelli, 16 dicembre 2018 - Contro la squadra dei 7 scudetti, la mitica Pro Vercelli, la Pistoiese di Antonino Asta non riesce ad arrestare l’emorragia di sconfitte - 4 di seguito –, incassando il gol del k.o. al penultimo minuto di recupero. Dal Piemonte, quindi, neppure un brodino per una formazione malata. Arancioni penultimi in classifica dopo 15 gare disputate con appena 11 punti, non ultimi per la forte penalizzazione inflitta alla Lucchese, attuale Cenerentola del girone A di serie C. Dopo Indiani, esonerato, anche la panchina di Asta si fa a dir poco traballante. Padroni di casa privi di Crescenzi, De Marino, Germano, Da Silva, Rosso e Comi, tutti infortunati. Tra gli arancioni out Rovini, Minardi, Regoli e Ceccarelli, infortunati, e Vitiello, squalificato dal giudice sportivo. Davanti a un migliaio di spettatori, di cui una ventina di encomiabili tifosi pistoiesi, una gara per lunghi tratti equilibrata.

Al 1’ conclusione alle stelle di Bellini. Si deve attendere molto per un lampo arancione: è Latte Lah a sprecare una palla gol clamorosa: sul contropiede di Forte, l’attaccante cicca il pallone al momento del tiro. Al 29’ l’arbitro ammonisce Dossena. Al 32’ Morra si libera in area e calcia a botta sicura, ma Meli compie il miracolo respingendo col piede. Quattro minuti più tardi bel contropiede di Fanucchi, che decide di calciare da posizione difficile: palla alta. Al 45’ ancora una ripartenza della Pistoiese, ispirata da Fanucchi: Luperini riceve e passa a Picchi, che calcia dal limite dell’area costringendo Nobile alla parata in due tempi. La ripresa incomincia con una doppia clamorosa occasione per gli ospiti. Dapprima Latte Lah crea scompiglio e Berra salva sulla linea. Da due passi rovesciata di Luperini e Nobile con il braccio di richiamo salva strappando applausi ai propri supporter.

Al 9’ pericolosa punizione dai 18 metri di Mammarella. Sessanta secondi dopo è Forte dall’out destro a impensierire l’estremo difensore avversario. Al 13’ esce Foglia ed entra Leonardo Gatto. Al 24’ escono Tedeschi e Max Gatto per Iezzi e Gerbi. Esce Latte Lah ed entra Tartaglione. Al 35’ è Muscat a finire sul taccuino del direttore di gara: cartellino giallo. Al 37’ splendido traversone di Cagnano, ma Luperini mette a lato con un colpo di testa da buona posizione. Al 40’ Asta richiama in panchina Forte e manda sul terreno da gioco Cellini. La mossa per vincere l’incontro. Al 48’, invece, è Iezzi a castigare i toscani, mettendo Asta sulla graticola. La Pro Vercelli manda gli arancioni all’Inferno.

Pro Vercelli- Pistoiese 1-0 (0-0)

PRO VERCELLI (4-4-2): Nobile; Berra, Tedeschi, Milesi, Mammarella; Azzi, Sangiorgi, Bellemo, Foglia; M. Gatto, Morra. A disposizione: Moschin, Cavaliere, L. Gatto, Rovei, Schiavon, Mal, A. Grillo, P. Grillo, Pezziardi, Iezzi, Gerbi.
All. Grieco.

PISTOIESE (5-3-2): Meli; El Kaouakibi, Dossena, Muscat, Terigi, Cagnano; Picchi, Luperini; Fanucchi; Forte, Latte Lath. A disp.: Crisanto, Tartaglione, Cellini, Luka, Sallustio, Dosio, Cerretelli, Pagnini, Llamas.
All. Asta.

Arbitro: Nicola Donda di Cormons.

Marcatore: 48' st Iezzi.