Il pareggio arancione (foto Gabriele Acerboni/FotoCastellani)
Il pareggio arancione (foto Gabriele Acerboni/FotoCastellani)

Pistoia, 8 settembre 2019 - Pari in rimonta. La Pistoiese pareggia 1-1 col Gozzano tra le mura amiche: passata in svantaggio su rigore, avrebbe potuto soccombere con un altro penalty, che il Gozzano spreca nel finale di gara (anche per la bravura del portiere orange). Pistoiese priva di alcuni elementi: Bordin, Cappelluzzo, Morachioli, Minardi e Ferrarini. È il Gozzano, sulla falsariga dell’Albinoleffe che alla prima giornata espugnò il “Melani”, a fare inizialmente la partita. La sensazione, forte, è di affrontare un’altra squadra da categoria, organizzata e quadrata. Nulla di trascendentale, ma indubbiamente migliore dell’attuale Pistoiese in fieri, in divenire (per l’ennesima rivoluzione estiva).

I primi attacchi, infatti, sono a senso unico. Al 5’ punizione di Pozzebon, respinge con i pugni centralmente Pisseri. Al 17’ un’ingenuità nell’area di rigore arancione: capitan Valiani commette un fallo su Concas in area di rigore e penalty decretato dal direttore di gara: Rolle trasforma con un tiro alla destra dell’estremo difensore. Al 22’ Gucci verticalizza per Llamas, che entra in area e insacca sull’uscita del portiere: ma l’arbitro aveva fischiato in precedenza un presunto offside dell’ex milanista. Al 23’ Viti ci prova dalla distanza, sparacchiando alto. Al 28’ bel passaggio in verticale di Valiani, travestitosi da Rivera, per Gucci atterrato da Barnofsky: calcio piazzato per gli arancioni ed espulsione del difensore. Sulla conseguente punizione, Falcone impegna severamente il portiere, costretto alla deviazione in angolo.

Il confronto cambia tema: ora è la compagine di casa ad attaccare, mentre gli ospiti si dispongono dietro, in attesa. Al 37’ preciso crosso di Falcone dalla sinistra, ma Viti non riesce a concludere da pochi passi. Al 42’ diagonale di Bortoletti dalla destra, appena entro area, ma Crespi dice no. In avvio di ripresa, Pancaro sostituisce un difensore con un attaccante, Stijepovic. Segnale che sarà la Pistoiese a macinare gioco. Ed è proprio così, anche se nel primo quarto d’ora gli attacchi sono sterili. Ma al 16’ il solito bomber Gucci risolve felicemente una mischia nei sedici metri depositando il pallone in rete. Al 31’ cambia nuovamente il tema dell’incontro: Camilleri si fa cacciare dal campo per somma di ammonizioni. Riprende colore il Gozzano. Al 34’ Fasolo si divora letteralmente il gol, di testa, da due passi. Al 44’ presunto fallo di Viti su Spina nei sedici metri e penalty per il Gozzano: Spina manca la trasformazione (Pisseri respinge).
 

1-1 (0-1)
PISTOIESE (3-5-2): Pisseri; Capellini (1’ st Stijepovic), Camilleri, Terigi; Viti, Bortoletti, Vitiello (29’ st Spinozzi), Valiani (35’ st Mazzarani), Llamas (15’ st Cerretelli); Falcone (35’ st Dametto), Gucci.
A disp: Toselli, Salvalaggio, Tartaglione, Spadoni, Sonnini, Tempesti, Luka.
All. Pancaro.
GOZZANO (4-2-3-1): Crespi; Tuminelli (32’ st Di Giovanni), Ugge, Barnofsky, Tordini; Guitto, Palazzolo; Concas (32’ st Spina), Rolle (19’ st Fasolo), Tomaselli (32’ pt Rizzo); Pozzebon (32’ st Bukva).
A disp. Tintori, Salvestroni, Bruzzanti, Rabuffi, Vono, Secondo, Zucchetti.
All. Sassarini.
Arbitro: Catanoso di Reggio Calabria.
Marcatori: 18’ pt Rolle su calcio di rigore; 16’ st Gucci.
Note: pomeriggio nuvoloso, temperatura 23°. Spettatori circa 800. Espulsi al 28’ pt Barnofsky (Gozzano) per fallo da ultimo uomo, 31’ st Camilleri (Pistoiese) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Vitiello, Cerretelli (Pistoiese), Tumminelli, Guitto (Gozzano). Angoli 4-1. Recuperi 2’ pt, 5’ st. Il Gozzano ha fallito la trasformazione di un rigore con Spina al 45’ st.