Pistoia, 14 aprile 2018 – Passo avanti, sulla strada che porta ai playoff, per la Pistoiese di Indiani. Al termine di una prova non eccelsa, gli arancioni hanno avuto ragione di un Arzachena ricco di volontà, ma “una tantum” povera di mezzi. Pistoiese priva di capitan Priola, De Cenco e Vrioni infortunati, Terigi squalificato, Arzachena senza Sanna e Baldanzeddu.

È la squadra sarda a fare la partita – o perlomeno a provarci – ma si gioca su ritmi bassissimi: pare la classica gara di fine stagione o, se preferite, un’amichevole di luglio (già ad agosto si corre e si lotta di più). Poco, pochissimo finisce sul taccuino. All’11’ conclusione di Sanna dalla distanza, con pallone che finisce a lato. Al 13’ l’episodio che si rivelerà decisivo: l’arbitro concede il penalty per presunto fallo di Sbardella su Regoli nei sedici metri: Ferrari, “el loco”, trasforma con un tiro centrale.

Tornano a macinare gioco gli ospiti, ma sono sempre troppo lenti e prevedibili.

Al 17’ Quaranta, in piena area di rigore, svirgola il pallone, che termina in corner. Poi una lunga, lunghissima fase di passaggi, spesso errati, a metà campo. L’incontro si rianima agli sgoccioli del primo tempo. Al 43’ su angolo di Zullo, Ferrari tenta il colpo di testa vincente a tu per tu col portiere, ma la palla viene deviata in corner. Sugli sviluppi, Luperini, sempre di testa, fallisce incredibilmente il raddoppio.

Ripresa che inizia sulla falsariga della prima frazione di gioco: tran tran soporifero. Al 10’, però, Vano cerca di animare i giochi, calciando – male – da pochi passi. Al 14’ Nuvoli crossa dalla destra, Vano in tuffo di testa, ma il pallone termina in angolo. Al 17’ botta di Vano in diagonale dalla sinistra, Zaccagno respinge centralmente, Lisai sottomisura manda alle stelle.

Al 43’ esterno sinistro di Curcio, che sfiora il palo alla destra dell’estremo difensore arancione. Finisce con 3 punti, preziosi come il platino, per la Pistoiese e tanti rimpianti per l’Arzachena, che avrebbe meritato qualcosa in più. Ma con l’“andamento lento” si va poco lontani.

L'Arzachena reclama un penalty nel finale per presunto fallo sul subentrato Bertoldi.

1-0
PISTOIESE (4-4-2): Zaccagno; Mulas, Quaranta, Zullo (25’ st Nossa), Regoli; Nardini (18’ st Minardi), Hamlili, Luperini, Picchi (44’ st Tartaglione); Surraco (18’ st Papini), Ferrari.
A disp: Biagini, Zappa, Sanna, Dosio, Rafati, Sadotti, Cerretelli, Sallustio. All: Indiani
ARZACHENA (4-4-2): Ruzzittu; Peana, Piroli, Sbardella, Trillò; Bonacquisti, Nuvoli, Casini (22’ st Bertoldi), Lisai (36’ st Musto); Curcio, Vano.
A disp: Cancelli, La Rosa, Maestrelli, Aiana, Arboleda, Taufer, Cardore, Varricchio. All: Giorico
Arbitro: Rossetti di Ancona
Marcatore: 13’ pt Ferrari su calcio di rigore
Note: giornata serena, temperatura 22°. Spettatori circa 700 per un incasso di quasi 5mila euro. Ammoniti: Papini (Pistoiese), Casini (Arzachena). Angoli 12-2 per l’Arzachena. Recuperi 0’ pt + 5’ st.