Lorenzo Lucca, foto Palermo Calcio
Lorenzo Lucca, foto Palermo Calcio

 

Pisa, 17 luglio 2021 – Col suo talento grezzo ha stregato la società nerazzurra, pronta a fare carte farse per averlo. Lorenzo Lucca, “ Lucca Toni” per gli amici siciliani, ha solo 20 anni, ma ha già disputato una stagione da protagonista in Serie C con la maglia del Palermo, conquistandosi i favori della piazza a suon di gol, 13 nel corso dello scorso campionato. La trattativa col Pisa è ben avviata, oggi potrebbe essere il giorno della svolta.
 
INCONTRO – Secondo quanto emerge da ambienti vicini all’entourage del calciatore, ci sarà un incontro con la dirigenza nerazzurra che potrebbe essere quello decisivo per il suo approdo a Pisa. Da Palermo l’operazione la danno già praticamente per fatta e il giocatore avrebbe già salutato i compagni dopo pranzo. Le cifre sono molto vicine a quelle emerse ieri, circa 2 milioni di euro più bonus. Anche la durata contrattuale sarebbe lunga. Da Palermo dicono fino al 2026, ma è più probabile che si arrivi a un quadriennale, lo stesso offerto a Hermansson e Tourè, con prospettive di crescita anche economica. Se tutto andrà nei binari sperati, per Lucca la trattativa arriverebbe al suo compimento già nel corso dell’inizio della prossima settimana con relativa ufficialità.
 
LA SCELTA – Cosa potrebbe andare storto? La concorrenza della Serie A. Su di lui infatti ci sono anche Udinese, Bologna e Sassuolo, specialmente questi ultimi sono un avversario ostico per i nerazzurri. Sarà quindi determinante la scelta del ragazzo che dovrà decidere se cedere alle lusinghe della massima serie oppure crescere a Pisa, in prima squadra, con responsabilità importanti.
 
IL GIOCATORE – Ma chi è Lorenzo Lucca? Nativo di Moncalieri (paese in provincia di Torino), comincia la sua carriera nelle file dell’Atletico Torino per poi proseguire la sua formazione giovanile al Vicenza. In biancorosso esordisce anche in prima squadra, collezionando 3 presenze in Serie C nella stagione 2017/18. Le prestazioni fornite a Vicenza valgono a Lucca la chiamata del Torino nell’estate del 2018, anche se l’approdo in granata non è ancora definitivo. Sarà a Palermo, nel 2020/21 che il giocatore si consacrerà, guadagnandosi vari appellativi, che ne identificano la sua duttilità a discapito delle sue gigantesche dimensioni di 2.01 metri. "Lucca Toni", "Luccahimovic" o "Luccandowski". Può essere il futuro del Pisa.
 
Michele Bufalino