Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
16 mag 2022

I cinque motivi per non perdere Benevento-Pisa

C'è un tabù da sfatare e un 5-1 da riscattare per tentare l'assalto alla finale playoff per la Serie A

16 mag 2022
Il pubblico pisano da la carica ai giocatori in vista dei playoff
Il pubblico pisano da la carica ai giocatori in vista dei playoff
Il pubblico pisano da la carica ai giocatori in vista dei playoff
Il pubblico pisano da la carica ai giocatori in vista dei playoff

Pisa, 16 maggio 2022 - Il Pisa si prepara per la trasferta più importante della stagione, una semifinale contro il Benevento, giunto settimo in campionato, ma i cui valori in classifica sono stati alterati da una minicrisi in finale di stagione.

VENDETTA - Si punta soprattutto alla vendetta dopo il 5-1 della sfida di ritorno, quando i giallorossi passeggiarono sul Pisa, mentalmente in difficoltà, cosa annunciata da D'Angelo già da alcune partite. Entrambe si sono riprese dal punto di vista mentale, con i nerazzurri che, in quel momento, dovevano anche fare i conti con le accuse della procura federale in merito alla vicenda plusvalenze, una vicenda che ha portato i nerazzurri a riscattarsi in tribunale, dimostrando la propria innocenza.

EMERGENZA DIFESA - Il Pisa che arriva a Benevento però è una squadra in emergenza, più che altro in difesa. L'assenza di Caracciolo sarà un bel problema, dopo che il centrale si è dovuto operare al crociato e menisco, ma anche lo stop di Hermannsson, che indossa un vistoso tutore al piede, a causa di una infiammazione tendinea al piede, è stata un'altra gatta da pelare per D'Angelo, che contro i sanniti metterà in campo De Vitis, come fece a Trieste nel 2019.

BENEVENTO TABOO
- Il campo del Ciro Vigorito di Benevento è uno stadio maledetto per i nerazzurri. Qui storicamente deve invertire quella che è sempre stata una tendenza negativa. Su 8 partite giocate fuori dalle mura amiche infatti, i nerazzurri hanno ottenuto solo 3 pareggi e 5 sconfitte, con appena 4 gol all'attivo, non riuscendo mai a vincere.

1000 GIORNI - Sono passati 998 giorni e ne passeranno 1000 tra una delle due sfide di semifinale, da quel Pisa-Benevento 0-0 che segnò l'esordio in Serie B di Luca D'Angelo e dei nerazzurri targati Corrado, in una Serie B ritrovata dopo 2 anni di purgatorio dopo quella retrocessione figlia dei problemi societari causati dalla vecchia presidenza Petroni. Oggi la storia è dalla parte dei nerazzurri, solidi, uniti e con tanta voglia di dare sostanza ai propri sogni.

SOGNO FINALE - Il sogno si chiama Serie A, una categoria che manca dal 1991, da troppi anni. Per arrivarci serve vincere ai playoff. Il Pisa ha vinto in 3 occasioni agli spareggi, promuovendo dalla terza serie alla seconda nelle annate 2006/2007, 2015/16 e 2018/19, quest’ultima con il tecnico Luca D’Angelo in panchina. Tra Serie B e Serie C, sono riusciti ad approdare a una finale ben 5 volte nelle 9 occasioni in cui hanno provato a darne l’assalto.

Michele Bufalino

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?