Pisa, 9 giugno 2019 - Il Pisa è in serie B: il sogno di una città intera si avvera. Una cavalcata magnifica quella dei nerazzurri, che ai playoff si guadagnano il salto nella serie cadetta. Ed è festa grande in tutta la città, ma anche a Trieste, dove sono saliti quattromila tifosi. Un trionfo di programmazione e passione per il presidente Corrado, che vede così concretizzarsi un grandissimo traguardo da quando, due anni fa, acquistò la squadra.

false

false

Dopo tante amarezze arriva per i tifosi nerazzurri il giusto trionfo al termine di una partita complicatissima, difficile, dura, fatta anche di scontri fisici pur nell'ambito della correttezza. Gol di Masucci, Marconi e Gucher, con quest'ultimo che segna nei supplementari. Pisa che nel finale ha potuto contare su un uomo in più per l'espulsione del terzino della Triestina Lambrughi. Ed è festa per tutti, anche e soprattutto per il tecnico D'Angelo.

image

"Credo che ci sia grande coesione nell'ambiente - dice D'Angelo - Eccezionali i tifosi, sembrava di giocare in casa. Bellissima atmosfera, un pubblico civilissimo quello di Trieste come il nostro". Poi parla di Moscardelli, non entrato: "E' stato comunque decisivo per noi in questa stagione. Sono molto felice, saluto la mia famiglia, le bambine e mio padre che sicuramente mi ha dato una mano da lassù". 

Cominciano subito intanto i festeggiamenti per le vie di Pisa, in attesa del rientro della squadra in nottata. Epicentro della festa, l'Arena Romeo Anconetani, dove almeno duemila tifosi hanno seguito la diretta dal maxischermo. Si festeggia come se il Pisa fosse lì, in campo. Tanta gente che vuole finalmente gridare "Serie B". Immancabili anche gli sfottò contro i livornesi, con i quali il prossimo anno ci sarà il sentitissimo derby, proprio nella serie cadetta. 

"Una gioia immensa, un risultato straordinario che dopo due anni riporta il Pisa in serie B al termine di una stagione incredibile. Un grazie di cuore alla società, ai giocatori e soprattutto alla fantastica tifoseria che col suo calore e il suo affetto è stata determinante durante tutta la stagione ed in particolare nei play off. Non vedo l'ora di festeggiare tutti insieme".

Così il consigliere regionale toscano Antonio Mazzeo (Pd) commenta la promozione del Pisa in serie B. "Un grandissimo risultato per la Toscana calcistica - aggiunge il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani - che, con la promozione del Pisa, riavrà il prossimo anno tre squadre in serie B insieme al Livorno e allo sfortunatissimo Empoli. Spero davvero che sia soltanto il primo passo per riavere presto più squadre della nostra regione anche nel massimo campionato".