L'ex Livorno Michele Franco quando giocava nella Salernitana
L'ex Livorno Michele Franco quando giocava nella Salernitana

FRANCESCO PALETTI
Pisa, Gli obiettivi sono definiti e sono già nel mirino del direttore sportivo Roberto Gemmi: un difensore centrale di piede mancino e un laterale sinistro con caratteristiche di maggiore copertura rispetto a Lisi. . Per il primo ruolo il Pisa punta all'ex Livorno Michele Franco (33 anni), attualmente svincolato ma con diversi corteggiatori e, quindi, dalle pretese economiche non proprio modeste. Per l'altro, invece, il direttore sportivo Gemmi aveva provato a percorrere la strada Mignanelli (25), terzino dell'Ascoli, nell'ambito della trattativa che ha portato nelle Marche Ingrosso. Il tentativo, per adesso, non è andato a buon fine ma non è detto che la trattativa possa decollare nei prossimi giorni: il calciomercato del campionato cadetto, infatti, è chiuso soltanto in entrata, ma i club di serie B possono continuare ad operare sul fronte delle cessioni. Resta in piedi, comunque, anche la strada che conduce a Pinna (26) della Casertana.

In questo momento, però, la priorità è il difensore centrale: dopo la partenza di Ingrosso (29), infatti,il Pisa ha urgente necessità di aggiungere esperienza e personalità ad un settore che in questo momento è fra i più giovani della categoria. Anche per questa ragione, dunque, la pista più calda è quella che conduce a Franco e il club nerazzurro potrebbe anche essere disponibile a fare un sacrificio leggermente maggiore a quello preventivato pur di “regalarlo”a D'Angelo, magari rinunciando al laterale mancino. Anche perché l'ex Livorno, in realtà, è proprio un terzino sinistro (in questo ruolo lo ha impiegato anche Sottil per gran parte della passata stagione in amaranto) che, all'occorrenza, sa destreggiarsi anche al centro della difesa. Insomma, con una fava, Gemmi potrebbe prendere i classici due piccioni.

In partenza rimangono Negro (30) ed Eusepi (29). Il primo è in cima alla lista dei desideri dell'ambizioso Catanzaro di Auteri, ma anche i calabresi in questo momento hanno un reparto d'attacco particolarmente affollato e, dunque, l'operazione potrebbe andare in porto proprio nelle ultimi giorni di mercato se il Catanzaro dovesse riuscire a cedere il colosso Infantino (32). Per quanto riguarda Eusepi, invece, per il momento tutto tace: prosegue sotto traccia il lavorio per convincere il giocatore e il suo entourage ad accettare una buonuscita e lasciare il Pisa. Alla finestra, per il momento, rimangono Vicenza, Juve Stabia e Viterbese. Da capire, però, quanto a lungo potranno attendere questi tre club. Cuppone (21), richiesto dalla Lucchese, invece, è uscito dall'elenco dei possibili partenti e quasi sicuramente rimarrà. Di là dal Foro potrebbe andare il giovanissimo Maffei (19), talentuoso attaccante esterno che Gemmi ha salvato dalle macerie del fallimento del Bari e portato in nerazzurro (12 reti in 28 partite la stagione scorsa in Primavera).