Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Alla Sant'Anna il master online per esperti nella gestione delle procedure elettorali

Presentazione in Nigeria con il coordinatore scientifico Andrea de Guttry, direttore dell’Istituto Dirpolis

Ultimo aggiornamento il 9 aprile 2018 alle 11:26
Andrea De Guttry

Pisa, 9 aprile 2018 - Tecnologia e votazioni: la Scuola Superiore Sant’Anna presenta in Nigeria il primo master online per formare esperti per la gestione delle procedure elettorali in tutto il mondo.

La Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa continua a essere in prima linea nello sviluppo di strumenti didattici innovativi, anche per la formazione di esperti nella gestione delle procedure elettorali in tutto il mondo, attraverso il Master Online in Electoral Policy and Administration (Mepa), coordinato dal direttore dell’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo), Andrea de Guttry.

Proprio Andrea de Guttry presenta questa nuova opportunità formativa ad Abuja, in Nigeria, alla conferenza “Opportunità e sfide nell’uso della tecnologia nelle elezioni. Esperienze dall’Africa meridionale e occidentale”, che si apre oggi e che si conclude mercoledì 11 aprile. La conferenza si sofferma sulle opportunità offerte dalla tecnologia per migliorare le procedure elettorali, soprattutto in Africa meridionale e occidentale, nei paesi che aderiscono a Ecowas (Economic Community of West African States) e Sadc (Southern African Development Community). Quella dell’Africa occidentale e dell’Africa meridionale sono aree che vogliono crescere da un punto di vista politico e diplomatico.

Le elezioni rappresentano uno snodo fondamentale. Come dimostrano i recenti sviluppi politici, i principi di base delle elezioni sono rimasti in larga parte invariati, ma l’utilizzo della tecnologia apre nuove opportunità di sviluppo in materia di legalità, trasparenza ed equità dei sistemi elettorali. La conferenza a cui partecipa Andrea de Guttry è organizzata da Inec (Independent National Electoral Commission of Nigeria), Econec (ECOWAS Network of Electoral Commissions), con Ecf-Sadc (Electoral Commissions Forum of Sadc countries), con il supporto di Eces (European Center for Electoral Support), fondazione con sede a Bruxelles che promuove lo sviluppo democratico sostenibile attraverso la gestione di progetti di assistenza elettorale in linea con i valori europei e con le politiche dell'Unione Europea.

La conferenza che si conclude mercoledì 11 aprile rientra nel programma “Support to Democratic Governance in Nigeria”, finanziato dall’Unione Europea per contribuire al rafforzamento della democrazia in Nigeria attraverso un sistema elettorale trasparente e la costituzione di istituzioni democratiche credibili. Durante i suoi interventi ad Abuja, Andrea De Guttry presenta l’esperienza del Master on Line in Electoral Policy and Administration, uno dei punti cardini dell’accordo di collaborazione sancito nel gennaio scorso con la Scuola Superiore Sant’Anna, per la progettazione di sistemi innovativi che favoriscano il successo dei processi elettorali e democratici. Il master, unico nel suo genere, è offerto dalla Scuola Superiore Sant’Anna in collaborazione con due organizzazioni chiave del settore, Istituto delle Nazioni Unite per la Formazione e la Ricerca (Unitar) e Istituto Internazionale per la Democrazia e l’Assistenza Elettorale (International Idea).

“La tecnologia è uno strumento, non il fine. Il grado di utilizzo della tecnologia – spiega Andrea de Guttry - è direttamente proporzionale al livello di fiducia e indipendenza di cui godono gli organi di gestione elettorale. Ed è proprio questo livello di fiducia e indipendenza percepita che alla fine determina l’accettazione dei risultati elettorali da parte dell’opinione pubblica. Perché ciò sia possibile – conclude - è necessario che il personale elettorale sia adeguatamente formato, non solo sulle applicazioni tecnologiche, ma su tutti gli aspetti del ciclo elettorale e gli Stati hanno precisi obblighi internazionali a riguardo”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.