Pisa, 27 giugno 2018 - Un altro regalo targato La Nazione tutto dedicato alla città. E' la medaglia dedicata ai 450 anni del Gioco del Ponte, realizzata dal nostro giornale insieme a un pool di sponsor per celebrare l’importante anniversario.

La medaglia, con il patrocinio del Comune di Pisa, verrà presentata giovedì 28 nel corso di un incontro organizzato dal nostro giornale alle ore 11 al Fortilizio della Cittadella. Un luogo simbolo per la storia di Pisa, al cui interno è allestita proprio in questi giorni una bellissima mostra di storia e testimonianze del Gioco del Ponte.

Sono invitate alla presentazione le associazioni che si occupano di pisanità, le Parti di Tramontana e Mezzogiorno, Magistrature, combattenti e tutti gli appassionati di Pisa. La medaglia verrà distribuita in omaggio insieme al giornale di sabato 30 giugno, giorno del Gioco del Ponte (area di Pisa, litorale, Cascina, Calci, San Giuliano, Vecchiano e Vicopisano, consigliabile la prenotazione).

La medaglia è in bronzo ed è stata realizzata nello stabilimento pisano della ditta Fratelli Pazzaglia, azienda storica e affermata a livello nazionale nella realizzazione di medaglie e oggetti d’arte. La scultrice è Silvia Bargagna, il conio ha un diametro di 5 centimetri: il diritto rappresenta un antico combattente con targone, tratto dall’Oplomachia Pisana di Camillo Ranieri Borghi, opera stampata a Lucca nel 1713, una autentica Bibbia sul Gioco del Ponte. Sullo sfondo si vede il ponte di Mezzo con le opposte schiere di Tramontana e Mezzogiorno. Sul rovescio sono rappresentati i targoni con i simboli delle 12 magistrature. Nostri compagni di viaggio in questa nuova iniziativa sono, oltre alla ditta Fratelli Pazzaglia, che è partner del progetto, anche il Corpo Guardie di Città, il Centro Studi Enti locali, Tecnoambiente Spa e il dottor Filippo Menchini Fabris.

La medaglia verrà fornita in una bustina sigillata insieme a un pratico supporto in cartoncino sul quale è riportata una sintesi della storia del Gioco, firmata dallo storico Alberto Zampieri.