Giornata della Solidarietà
Giornata della Solidarietà

Pisa, 19 maggio 2020 - La Giornata della Solidarietà 2020 è stata un successo anche se si è svolta solo in modo virtuale. Ma c'è un nuovo appuntamento per le scuole.

Parallelamente alla partecipazione “speciale”, rivolta a tutti i cittadini, ed in primis ai soggetti che si erano resi disponibili ad accogliere gli studenti sui tanti percorsi proposti e che da anni sostengono e collaborano a questa iniziativa, l’Associazione Nicola Ciardelli onlus aveva infatti coinvolto i giovani studenti, destinatari principali della Giornata, attraverso una modalità a loro conosciuta, per avervi partecipato fin dall’anno 2009. Si tratta del concorso che ogni anno viene bandito in occasione della Giornata della Solidarietà, per le scuole di ogni ordine e grado, che quest’anno giunge alla sua XI edizione, dal titolo “Dai valori espressi nella Carta costituzionale alla cittadinanza attiva e responsabile. La Solidarietà ai tempi del Covid-19”.

Il concorso trae spunto dalla difficile esperienza che tutti noi abbiamo vissuto a causa della diffusione del Covid-19, che ci ha imposto, come cittadini attivi e responsabili, l’adozione di comportamenti virtuosi che spaziano dal dovere di restare a casa per evitare l’ulteriore diffusione del contagio, attivando comunque forme di vicinanza e di sostegno per i soggetti più deboli e più soli, all’impegno socio-sanitario e di volontariato ma anche, per quanto riguarda in particolare i più giovani, l’impegno nella didattica a distanza e nell’utilizzo corretto e consapevole della rete e dei social come fonte di informazione, di comunicazione e di contatto.

Il termine per la consegna degli elaborati è scaduto lunedì 18 maggio, ma è stata introdotta una importante novità, alla luce della conferenza stampa della Ministra Azzolina con il comitato tecnico-scientifico, trasmessa in diretta sabato 16 maggio. Nella parte in cui ha trattato delle competenze di Cittadinanza e Costituzione in vista dell’esame di maturità, la Ministra ha infatti invitato i docenti a sensibilizzare gli studenti affinché possano esprimere, in quella sede, l’esperienza che hanno vissuto in questi mesi, legata alla diffusione del Coronavirus, che certamente ha reso tutti noi cittadini più consapevoli. Il nostro bando di concorso dal titolo,

"Dai valori espressi nella Carta costituzionale alla cittadinanza attiva e responsabile. La Solidarietà ai tempi del Convid-19", - scrive l’avvocato Federica Ciardelli, Presidente dell’Associazione Onlus intitolata al fratello - ha certamente precorso questo invito, rappresentando un'occasione, per gli studenti, di riflettere e di prendere coscienza di una realtà nuova e inaspettata, che porta inevitabilmente a confrontarci sui temi dei diritti, dei doveri e delle libertà sancite dalla nostra Carta costituzionale. Esprimo quindi soddisfazione per l’indicazione che è sopraggiunta dal Ministero e, in accordo con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Pisa e l’Amministrazione Comunale, con la Presidente professoressa Paola Pisani Paganelli e la Giuria tutta, annunciamo che abbiamo ritenuto opportuno prorogare fino a venerdì 29 maggio la scadenza del bando per consentire alle classi quinte della scuola secondaria di secondo grado di poterci inviare i loro pensieri, alla luce di questa importante novità”.

La proroga ovviamente riguarda solo gli studenti coinvolti riguardo all’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione e, quindi, le classi quinte, per la sola sezione linguistica.

Per tutte le altre classi e sezioni, la scadenza è rimasta ferma al 18 maggio, termine entro il quale sono pervenuti tantissimi elaborati da parte di scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e di secondo grado, che esprimono con grande capacità, impegno e sentimento, l’esperienza vissuta dai ragazzi.

Nel ringraziare studenti e docenti per la partecipazione finora riscontrata, l’Associazione annuncia che entro la fine dell’anno scolastico la Giuria presieduta dalla Prof. Paola Pisani Paganelli e composta dalla Presidente onoraria Antonella Tornar Ciardelli, da rappresentanti dall’Amministrazione comunale, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Pisa, delle Istituzioni militari, delle tre Università, del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa, della Società della Salute Zona Pisana e dal Past President, Cav. Uff. Antonio Cerrai, valuterà i lavori pervenuti, decretando i vincitori del concorso.