Franca e Tonino Pantaleo e, nel riquadro, il figlio Francesco
Franca e Tonino Pantaleo e, nel riquadro, il figlio Francesco

Pisa, 31 luglio 2021 - Il telefono squilla a vuoto. Mamma Franca e papà Tonino piangono la scoperta della morte del figlio 23enne Francesco Pantaleo. Il silenzio dei genitori è rotto solamente da un post pubblico sul profilo facebook del padre Tonino Pantaleo: "Mio figlio Francesco non è più con noi, adesso è tra gli angeli. Grazie a tutti quelli che mi sono stati vicino". Nelle ultime ore i messaggi di cordoglio sono migliaia: le condaglianze giungono da parenti, amici, colleghi, ma anche da sconosciuti che hanno condiviso la speranza prima e poi la tragedia in questi lunghi giorni di attesa.

"Francesco noi ti aspettiamo – aveva detto in un appello a ‘La Nazione’ il padre Tonino mercoledì scorso –, qualsiasi cosa tu abbia fatto non è importante. È importante stare insieme. I problemi si superano con la famiglia. Non possiamo vivere senza di te. Siamo in una pena orribile". Ma anche la madre ha parlato diverse volte implorando il figlio di tornare a casa: "Vita mia, la mamma ti prega di ritornare... Non mi interessa il perché l’hai fatto. Non ti preoccupare di nulla, abbiamo bisogno di te nella nostra vita". "Francesco con questo sono sei giorni che non sento la tua voce – aveva affermato disperata mamma Franca in un appello trasmesso giovedì scorso dal programma televisivo ’Estate in diretta’ su Rai1 –. Se avessi saputo che quel venerdì sarebbe stata l’ultima nostra chiamata, e spero che non lo sia stata, ti avrei detto tante cose che non sono riuscita a dirti. Sai Francesco, dormo nel tuo letto, abbraccio le tue camicie, sento il tuo odore che è l’unica cosa che mi è rimasta". L’appello straziante di Franca Barresi è il grido di una madre che con forza cerca il figlio. I genitori di Francesco, infatti, si sono attivati fin dal primo momento per ritrovare il figlio. Prima scendendo a Pisa, lo scorso lunedì mattina e poi seguendo qualsiasi pista, da San Rossore fino al Lido di Camaiore. Ma del figlio nessuna traccia.

Dal riscontro della morte di Francesco Pantaleo, avvenuta ieri sera, è partito un tam tam di messaggi di cordoglio provenienti da ogni angolo di Italia. Un grande e caloroso abbraccio virtuale. Sulla pagina degli studenti universitari di Pisa, ’Spotted Unipi’, è comparso un post dedicato a Francesco: "Qui dentro tutti quanti sentiamo “gli avversi numi e le secrete cure che al viver tuo furon tempesta. Rip!". "Siamo vicini alla famiglia Pantaleo – scrive Massimo Grillo, sindaco di Marsala, città natale di Francesco –. A nome di tutta la città ci stringiamo attorno ai genitori e al loro dolore, in questo momento così duro, per questa prova così difficile da affrontare e superare. La comunità tutta, e l’amministrazione comunale, esprimono il loro profondo sconforto e porgono le più sentite condoglianze. Che Francesco riposi in pace".