Pisa, 11 luglio 2018 - Un gesto che non passa certo inosservato quello di Dami Mendi, ambulante senegalese di 34 anni, che ha ritrovato un portafoglio con 600 euro e ha aspettato che il proprietario tornasse per restituirlo intatto. E’ accaduto nel parcheggio di via Bonanno, a due passi dalla Torre. «Erano più o meno le dieci del mattino quando ho notato il portafogli a terra – spiega Mendi – e non ci ho pensato due volte: l’ho raccolto e ho iniziato a cercare il proprietario. Sicuramente qualcuno che ha parcheggiato l’auto negli spazi interni dell’area di sosta per andare a visitare la Torre. Purtroppo non l’ho trovato quindi ho atteso il suo ritorno». All’interno del portafogli griffato Chanel tutti i documenti del turista italiano, ma anche molti soldi, circa 600 euro. Un gesto a dir poco esemplare e non da tutti, da parte del ragazzo di colore che da quasi cinque anni è in Italia e lavora come ambulante.

«Arrivo ogni giorno alle otto del mattino e prendo posto per vendere qualcosa ai passanti – racconta – e sotto il sole estivo è sempre dura arrivare a sera. Siamo sempre qui e spesso proteggiamo le auto dei clienti dai ladri. Non è raro trovare malintenzionati intorno alle macchine parcheggiate che guardano al loro interno e, quando vedono borse o valigie, non esitano a rompere i finestrini per prendere tutto quello che trovano. Noi non siamo così, siamo qui per vendere e guadagnarci il pane. Quindi il minimo che possiamo fare è scacciare i ladri quando ci accorgiamo che arrivano». Proprio qualche giorno fa l’ultima incursione finita con la cacciata da parte dei senegalesi del parcheggio che sono riusciti a evitare il saccheggio delle auto dei turisti. «Cerco di fare la mia parte seguendo i principi che ritengo più giusti» dice dami.

Andrea Valtriani