Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Rafforzamento degli argini del Serchio nel Comune di Vecchiano

Partito nei giorni scorsi il cantiere in località Cortaccia. Angori e Giannotti: “Interventi da 3 milioni di euro”

Il sindaco di Vecchiano Massimiliano Angori
Il sindaco di Vecchiano Massimiliano Angori

Vecchiano (Pisa) 14 maggio 2022 – Partiti nei giorni scorsi ad Avane in località Cortaccia i lavori di rafforzamento arginale del fiume Serchio, a cura della Regione Toscana. ANGORI - “Si tratta di altri importanti interventi, per il valore di 3 milioni di euro, dopo quelli realizzati negli scorsi mesi nella zona di Nodica-Migliarino e nell’area di San Frediano a Vecchiano, il cui costo complessivo si è aggirato sui 5 milioni di euro”, afferma il sindaco Massimiliano Angori. “Interventi fondamentali per la sicurezza idrogeologica del nostro territorio e attesi da anni dalla comunità vecchianese, in attesa inoltre di attuare la progettazione delle lavorazioni con tempi di ritorno duecentennale, già previsti dal Piano di Gestione del rischio alluvioni del 2015 e confermati nel PGRA 2021 da parte dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale. E’ necessario inserire questi interventi nelle opere da finanziarie con i fondi del PNRR o, in alternativa, prevedere in tempi brevi degli stanziamenti atti alla realizzazione delle predette opere, per una tutela idrogeologica sempre maggiore a tutela di cittadini e imprese del nostro territorio”. GIANNOTTI - “Nello studio di fattibilità e nel progetto esecutivo dell’intervento in località Cortaccia è stata prevista la realizzazione di ringrosso arginale, al fine di contrastare il fenomeno di filtrazione arginale e sifonamento, allungando il percorso di filtrazione. Per la scelta della soluzione progettuale si è tenuto conto di quanto previsto nello studio di fattibilità, principalmente dell’efficacia di interventi analoghi sul fiume Serchio in zone limitrofe e di quanto realizzato in Provincia di Lucca. Dall’osservazione di opere analoghe sono stati valutati gli aspetti legati alla sicurezza, alla funzionalità, e all’economia di gestione legata alle manutenzioni valutando per esempio la facilità di accesso alle aree per effettuare lo sfalcio dei paramenti arginali. Il tutto nel pieno rispetto degli standard ambientali del territorio”, spiega ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?