Nuovo nido a Sant’Anna: "Sono partiti i lavori"

Nasce accanto alla scuola, si completa così l’offerta formativa per i più piccoli. Il sindaco Betti: "Il cantiere dovrà essere concluso entro marzo 2026".

Nuovo nido a Sant’Anna: "Sono partiti i lavori"

Nuovo nido a Sant’Anna: "Sono partiti i lavori"

Sono partiti i lavori per la realizzazione del nuovo asilo nido a Sant’Anna, in piazza Nilde Jotti. Una struttura che andrà a completare l’offerta formativa per i più piccoli con la vicinissima scuola materna proprio dall’altro lato della strada. "Prosegue l’apertura dei cantieri basati su finanziamenti Pnrr – ha detto il sindaco Michelangelo Betti –. È il segno di quanto vale l’Europa nella vita di tutti i cittadini italiani, anche se non sempre questo è compreso nella giusta misura. Il finanziamento per il nido di Sant’Anna ci dà la possibilità di realizzare un polo scolastico che accompagna i bimbi dalla nascita alla conclusione della scuola primaria in un’area che, come amministrazione comunale, abbiamo già ampiamente riqualificato per i ragazzi e per le loro famiglie. E questo intervento - ha proseguito - si affianca alla realizzazione delle due nuove mense, una alla primaria Ciari di Cascina e una alla primaria di Titignano. Sempre con finanziamenti Pnrr affiancati da risorse comunali".

"Come tutti gli altri progetti finanziati con il Pnrr – ha aggiunto soddisfatto il vicesindaco Cristiano Masi che ha la delega ai lavori pubblici – , i lavori per la realizzazione del nuovo asilo dovranno esser conclusi entro marzo 2026: il cantiere è già stato allestito ed è frutto di uno dei tanti finanziamenti che ci siamo aggiudicati. Alcuni lavori sono già partiti, altri partiranno a breve e interesseranno il territorio per il prossimo anno e mezzo".

Masi ha poi fatto il punto sui lavori per la realizzazione delle due mense, già ben avviati alla primaria Ciari e prossimi a partire alla scuola di Titignano. "Continuiamo dunque - ha concluso - a investire sulla scuola, sui ragazzi e sul futuro dei nostri figli".

Il nuovo asilo nido ospiterà 60 bambini di età compresa tra 3 a 36 mesi, con la suddivisione degli spazi interni in due aree principali: una dedicata al gruppo dei lattanti, ossia da 3 a 12 mesi, e l’altra per il gruppo da 12 a 36 mesi. Due saranno anche i blocchi in cui sarà suddivisa la struttura: l’accettazione ingresso e i servizi (che comprende spogliatoi a servizio di educatori e personale vario, cucina con locali per lavaggio e sporzionamento) e lo spazio gioco (aule, sala polivalente/refettorio, laboratori). Gli spazi gioco non sono più suddivisi per età in tre sezioni distinte ma sono il più possibile comunicanti tra loro: questo per dare la possibilità di far interagire i bambini presenti, qualsiasi sia la loro fascia di età. Anche gli spazi dedicati ad altre attività, come il riposo, non vengono più considerati come spazi statici, ma diventano parte dello spazio gioco alternandosi all’occorrenza per le varie necessità giornaliere.