MICHELE BUFALINO
Cronaca

Note di assaggio, sorsi, discorsi e ascolti d'autore

Dal 15 febbraio il ciclo di quattro incontri dedicati al al vino e e alla canzone d’autore

Massimo Monacci e Fabrizio Bartelloni

Massimo Monacci e Fabrizio Bartelloni

Pisa, 4 febbraio 2024 - Si chiama “Note di assaggio – sorsi discorsi e ascolti d’autore” il ciclo di quattro incontri dedicati al al vino e e alla canzone d’autore che prenderà il via il prossimo 15 febbraio alla Avvelenata – vini e vinili, bistrot nel cuore della città dove dischi e bottiglie si contendono il ruolo di protagonisti. A condurla, Massimo Monacci, patron del locale, e Fabrizio Bartelloni, avvocato, scrittore e ideatore, insieme a Marco Masoni, della fortunata rassegna Spiriti solitari – cantautori ascoltati, visti e raccontati. Le quattro serate in programma, con cadenza mensile e sempre di giovedì sera alle 21:30, vedranno al centro della scena altrettanti giganti del cantautorato italiano e i vini della loro terra d’origine. Così nel primo appuntamento la poesia per musica e parole di Fabrizio De André sarà accompagnata dalla degustazione di tre vini della riviera ligure, mentre il 14 marzo l’attenzione si sposterà sull’avvocato astigiano Paolo Conte e su tre vini piemontesi da sorseggiare a ritmo di jazz, per poi proseguire con il Maestro Franco Battiato e i vini della sua Trinacria (11 aprile) e concludere il 9 maggio con un labronico DOCG come Piero Ciampi e tre prodotti della costa livornese. “Nella scelta delle canzoni che faremo ascoltare durante gli incontri – spiega Bartelloni – privilegeremo i pezzi che hanno in qualche modo attinenza con il nettare di Bacco o comunque con le atmosfere da osteria, ricorrenti nell’opera di molti di questi artisti sia per contenuti che per ispirazione, cercando tuttavia al contempo di offrire, attraverso il racconto, uno spaccato del loro percorso artistico. Le degustazioni serviranno perciò anche a scandire ritmicamente i passaggi da una fase all’altra delle loro carriere”. Una rassegna, quella in partenza a metà febbraio, che potrebbe anche non esaurirsi con i primi quattro giovedì già fissati. “Sì, in effetti – conferma Monacci – con Fabrizio abbiamo già pensato alla possibilità di aggiungere nuove serate dedicate ai tanti altri cantautori di cui siamo entrambi appassionati, oppure di riprendere in autunno con una nuova ‘stagione’ di incontri. Vedremo quale accoglienza riceveranno questi appuntamenti iniziali. Per il momento l’interesse è stato sorprendente, tanto che per il debutto abbiamo in pratica già esaurito i posti e dovuto creare una lista di attesa per chi volesse approfittare di eventuali disdette. Speriamo di non deludere le aspettative!” Per tutti gli appassionati di vino e di canzone d’autore, ma anche per chi fosse curioso di scoprire i legami e le connessioni tra questi due mondi, l’occasione di queste “Note di assaggio” è dunque di quelle da non lasciarsi sfuggire, a partire dal primo appuntamento di giovedì 15 febbraio alle 21:30, in cui si parlerà anche di quel suonatore Jones che chiedeva al mercante di liquore: “Tu che lo vendi, cosa ti compri di migliore?”.

M.B.