Emanuele Scieri
Emanuele Scieri

Pisa, 5 luglio 2019 - Nuova svolta sul caso di Emanuele Scieri, il militare morto vent'anni fa in caserma, trovato cadavere all'interno della struttura nell'estate del 1999. L`ex generale Enrico Celentano, 76 anni, all`epoca comandante della Folgore, è indagato dalla Procura di Pisa. Lo scrive il Corriere Fiorentino, spiegando che Celentano è accusato di favoreggiamento e false informazioni al pm. L'ex militare ieri pomeriggio è stato interrogato a Pisa: per quattro ore ha risposto alle domande del procuratore capo Sandro Crini e del pm Salvo Restuccia. Scieri, siracusano, praticante avvocato, all'epoca aveva 26 anni. 

Con Celentano salgono a quattro le persone finite sotto inchiesta: gli altri indagati, che erano tutti commilitoni della vittima, sono Alessandro Panella, 40 anni, di Cerveteri (arrestato ai domiciliari e da mesi con il solo obbligo di firma), Andrea Antico, coetaneo, residente in provincia di Rimini, e Luigi Zabara, 41 anni, di Frosinone. A tutti e tre viene contestato al momento l'omicidio volontario in concorso.

Alla domanda su dove era la sera del 13 agosto '99 l'ex comandante ha risposto "Non ricordo". Ma, secondo l'accusa, i tabulati telefonici rileverebbero la sua presenza a Pisa. E la sera del 13 agosto alle ore 23.45 da un cellulare agganciato alla cella della caserma partì una chiamata diretta alla sua abitazione a Livorno. All'alba del 15 agosto poi Celentano avrebbe fatto un'insolita ispezione intorno alla caserma, senza mai chiarirne i motivi.