Cascina (Pisa), 21 novembre 2017 - "Stamani vado al lavoro come sempre. Non ho paura degli infami. Il primo pensiero va alla mia squadra di consiglieri ed assessori. Il lavoro che stiamo facendo qui, primo comune leghista della Toscana rossa è importante e simbolico, ed evidentemente diamo fastidio". Il sindaco di Cascina, Susanna Ceccardi ha affidato questa mattina ai social network il suo pensiero dopo le minacce ricevute. Ieri mattina, in municipio, è stata recapitata una busta con una cartuccia rossa calibro 28 e un messaggio in cui veniva definita razzista. La busta è stata subito consegnata ai carabinieri che l'hanno inviata alla polizia scientifica per effettuare tutti i rilievi del caso. "Si parla di mafia tutti i giorni nei salotti tv - ha aggiunto Susanna Ceccardi - ma quando arriva una pallottola in busta chiusa si capisce davvero che è una cosa reale e ancora viva tra noi. Vi abbraccio tutti e vi assicuro che io sono sempre la stessa. Sono forte e non ho paura di questa roba. La mia squadra è con me e insieme non ci ferma niente e nessuno".

La politica toscana ha espresso la sua solidarietà. Il segretario della Lega Nord Toscana "A nome di tutta la Lega Nord Toscana, voglio esprimere la nostra massima solidarietà nei confronti di Susanna 
Ceccardi, oggetto di un vile gesto a scopo intimidatorio". "Quando dalle critiche di passa alle minacce bisogna condannare con fermezza ed essere vigili a tutela della democrazia - ha detto la senatrice Pd Rosa Maria Di Giorgi - con la Lega siamo sideralmente distanti sul piano politico ma gesti del genere preoccupano perche' le istituzioni vanno sempre difese e tutelate". Solidarieta' al sindaco di Cascina è arrivata anche da Anci Toscana: "Questi episodi sono inaccettabili e inqualificabili", afferma il presidente e sindaco di Prato, Matteo Biffoni. "Siamo vicini ed esprimiamo piena solidarieta' al sindaco Ceccardi". L'atto intimidatorio, si inserisce anche il il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana e coordinatore di Forza Italia Firenze Marco Stella, "è di una gravità assoluta. Siamo compatti a sostegno del primo cittadino cascinese, certa che non si lascerà fermare nella sua azione riformatrice".