Tommaso Casprini

Pisa, 7 ottobre 2018 - L’ennesimo furto in Corte Sanac, "il terzo in un anno soltanto al Mappamondo", come spiegano dal negozio dove si trovano moltissimi articoli, soprattutto per la casa.

"Sono arrivato stamani alle 9 e ho trovato la porta di ingresso scardinata: pesa 100 chili e non capisco come abbiano fatto. A quella sul retro, invece, è stato rotto il vetro", racconta Tommaso Casprini, dipendente dell’attività commerciale. I ladri hanno agito con calma. "Perché hanno avuto modo anche di mangiare: perché abbiamo trovato panini, probabilmente presi dalla panetteria vicina, e bottigliette d’acqua". La scena che si è trovato di fronte Tommaso è desolante: "Era stato tutto buttato per terra. Sparito il fondo cassa, circa 200 euro, ma soprattutto alcuni pacchi che erano stati ordinati da nostri clienti, almeno 800 euro di merce".

A questa cifra vanno aggiunti i danni. "Si tratta della terza visita in un anno. Una volta hanno rapinato una ragazza che era appena uscita da qui. Soprattutto la sera, la zona diventa deserta. Prima, in negozio, ci stavano le mie colleghe, adesso, ci sono io, perché le frequentazioni sono pessime". I ladri hanno anche utilizzato il bagno che si trova all’interno della struttura. A inizio settimana, era stato il bar Quattro Passi a essere colpito, per la quarta volta.

Un luogo a rischio. Dove la polizia, ieri mattina, ha eseguito un servizio. Un blitz nella vicina ex area Vitarelli spessissimo occupata in modo abusivo. Gli agenti delle Volanti, coordinati dal dirigente Fabrizio Valerio Nocita, hanno trovato nei capannoni abbandonati due uomini, due tunisini pregiudicati che sono stati denunciati per invasione. Uno è stato anche espulso. "E’ partito ieri pomeriggio per uno dei centri", fanno sapere dalla Questura.