Pisa, 7 luglio 2018 - Aveva visto i due prendere degli oggetti in un negozio di biancheria per la casa in via Rigattieri. Li ha seguiti e bloccati sul Ponte di Mezzo chiedendo rinforzi. Un carabiniere in borghese aveva così fatto prendere due persone, un uomo e una donna stranieri. Portati in caserma, lui aveva in effetti indosso degli asciugamani per un valore di 60 euro e anche dei pantaloncini da neonato, quasi 100 euro, il prezzo, risultati poi sottratti al negozio Prenatal di Borgo. «Li ho presi per il suo bambino», si è sfogato il giovane tunisino che è stato arrestato, arresto convalidato con divieto di dimora a Pisa. La donna, soltanto denunciata, ha un figlio.

Ieri mattina, la direttissima entro i 30 giorni, davanti al giudice Luca Salutini. L’uomo, che ha precedenti, difeso dall’avvocato Roberto Nocent del foro di Pisa, è stato condannato a un anno.

an. cas.