Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
1 lug 2022
saverio bargagna
Cronaca
1 lug 2022

Pisa, picchia una donna in piazza e minaccia i passanti: arrestato

Un 32enne di Reggio Emilia è stato bloccato mentre prendeva a botte una donna. Calci e pugni anche agli uomini del Nosu che lo trasportano al Comando

1 lug 2022
saverio bargagna
Cronaca
featured image
L'intervento della polizia municipale
featured image
L'intervento della polizia municipale

Pisa, 2 luglio 2022 -  Calci e pugni in strada, anzi in piazza. Nel bel mezzo di una mattinata d’estate, in pieno centro storico per l’esattezza in piazza Vittorio Emanuele. Una mattanza su una donna che si conclude con l’ arresto di un 32enne originario di Reggio Emilia .

I fatti.   È la mattina di giovedì quando scatta l’allarme. In piazza Vittorio Emanuele c’è un uomo che picchia selvaggiamente una donna . Subito scatta l’allarme e sul posto arriva una squadra del Nucleo Operativo Sicurezza Urbana della polizia municipale. Le grida giungono dal porticato davanti alle Poste dove si sta consumando la folle violenza. Qualche passante prova a intervenire, per cercare di fermare l’aggressore, ma è impossibile. Silvano Mattias Calderone, 32enne di Reggio Emilia, minaccia anche chi vorrebbe aiutare la donna e prova ad avvicinarsi per soccorrerla. Gli agenti della municipale giungono sul posto e bloccano l’emiliano. Quindi lo invitano a raggiungere il Comando per essere identificato non avendo documenti con sé. Ma Calderone è una furia impossibile da controllare. Durante il tragitto rovescia i bidoni dei rifiuti, quindi cerca di fuggire rifilando calci e pugni anche agli agenti. Ancora una volta neutralizzato dagli uomini del Nosu il "viaggio" verso il Comando si conclude con l’arresto. Ieri quindi il processo per direttissima. L’arresto viene convalidato dalla dottoressa Beatrice Dani che sottopone Calderone alla misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Pisa e all’obbligo di firma alla caserma dei carabinieri di Parma il 32enne ha domicilio. L’udienza viene quindi rinviata al prossimo 13 settembre.

Le reazioni. Sulla vicenda interviene anche il sindaco Michele Conti che affida una sua riflessione al profilo ufficiale Facebook: "La presenza fissa di pattuglie nei punti più critici della città – scrive il primo cittadino – è fondamentale per prevenire criminalità e illegalità, assicurando alla giustizia i colpevoli di reati. Un grazie ai nostri agenti e avanti così".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?