Alberto, a destra, accanto a Caterina Balivo. A sinistra, Alessandro e Simone della MrKelp
Alberto, a destra, accanto a Caterina Balivo. A sinistra, Alessandro e Simone della MrKelp

Pisa, 3 maggio 2019 - E’ andata in onda proprio il primo maggio, nel giorno della festa dei lavoratori. Il pisano Alberto Di Pede è tra gli over 50 assunti dalla ditta MrKelp, azienda fiorentina di multiservizi. La sua storia è stata raccontata a Rai Uno nella trasmissione «Vieni da me» con la conduttrice tv Caterina Balivo. «Ho cominciato in questo settore, quello della disinfestazione, quando avevo 22 anni», spiega Di Pede, «prima ero insegnante di informatica. A 24 anni, ho aperto la mia impresa dopo 2 anni di gavetta in giro». «Ero solo e potevo contare su una macchina scassatissima – aggiunge – e il minimo indispensanile, cercavo i clienti in ogni modo. La sede legale era a casa di mia madre. In un mese, sono riuscito ad avere 40 contratti». La crescita è crescente. Ma nel 2011, dopo varie vicissitudini, comincia a perdere clienti uno dietro l’altro. La chiusura arriva nel 2016.

La vita cambia di nuovo e Alberto, un giorno, si sente male. E’ Veronica Manghesi, la sua compagna, a salvarlo. Dopo altre esperienze, ecco l’opportunità. «Veronica mi mostrò un ritaglio di giornale in cui sin parlava di questa realtà fiorentina che assumeva cinquantenni. Visitai subito il sito e vidi che si trattava di un posto dinamico e serio. Ma mancava loro il settore di cui mi sono occupato per tanti anni. Dovevo farmi notare. Mi dissi che mandare soltanto il curriculum sarebbe stato riduttivo, così inviai un vero progetto. Era ottobre-novembre scorso. Sono stato subito richiamato».

E’ a questo punto che la conduttrice fa il nome di Alessandro e Simone. Li invita a presentarsi proprio davanti alle telecamere. E i due imprenditori si siedono accanto ad Alberto. «Sono partito a febbraio. Adesso, sono direttore tecnico della disinfestazione». Quindi, parlano i due manager controcorrente, assumono ultracinquantenni. «Siamo partiti al contrario. Abbiamo avviato l’azienda intorno alle persone che volevamo assumerte, tutti over 40, con molta esperienza». Poi, è Veronica a intervenire mandando un messaggio al suo compagno. «Sei un uomo coraggioso», gli dice. E lui chiude con un appello: «Non mollate mai».

an. cas.