PISA Si torna in classe, ma non tutti. Da domani, in Toscana, come in ogni regione in zona rossa, rientreranno in aula gli alunni fino alla prima media inclusa, mentre proseguiranno con la didattica a distanza i ragazzi alla seconda media in poi. Il decreto nazionale prevede anche che le Regioni non possano emanare decisioni più restrittive in ambito scolastico...

PISA

Si torna in classe, ma non tutti. Da domani, in Toscana, come in ogni regione in zona rossa, rientreranno in aula gli alunni fino alla prima media inclusa, mentre proseguiranno con la didattica a distanza i ragazzi alla seconda media in poi. Il decreto nazionale prevede anche che le Regioni non possano emanare decisioni più restrittive in ambito scolastico limitando l’attività in presenza. Secondo i calcoli di Tuttoscuola, in Toscana dovrebbero essere 265.966 gli alunni in presenza e 238.650 quelli in modalità a distanza. Resta garantita, anche nelle classi in Dad, la didattica in classe per gli alunni con disabilità e bisogni educativi speciali. "Siamo soddisfatti della scelta del governo – spiega il direttore di Anci Toscana, Simone Gheri – che va nella direzione chiesta dai sindaci, che a loro volta avevano dato voce alle richieste di tanti cittadini. Ci piacerebbe che si andasse ancora oltre, tornando alla piena didattica in presenza, ma quello raggiunto è già un buon risultato".

Sono stati diffusi intanto, sul cruscotto epidemiologico della Regione Toscana, i dati sui nuovi contagi fra ragazzi in età scolare, insegnanti e personale scolastico nella settimana fra il 22 e il 28 marzo. Per la prima volta dall’inizio del monitoraggio (il 4 gennaio) i numeri sono in calo, anche se di pochissime unità con 1.589 positivi fra zero e 18 anni (contro i 1.594 della settimana precedente e i 1.333 di quella fra l’8 e il 14 marzo). La provincia di Firenze però resta con il segno più: 482 nuovi contagi contro i 444 della settimana prima. In particolare si tratta di 200 ragazzi delle superiori, 76 delle medie, 112 delle elementari, 72 della materna e 22 del nido. Fra i contagiati inoltre, nella stessa settimana, 53 insegnanti e 13 persone del personale scolastico non docente in tutta la Toscana: 23 quelli fra Firenze, Prato e Pistoia.

Lisa Ciardi