"Confronto al tavolo provinciale. Ai ragazzi chiedo collaborazione"

Il presidente della Provincia di Pisa, Massimiliano Angori, ha incontrato gli studenti del Buonarroti per spiegare le verifiche sui controsoffitti e il ripristino degli spazi scolastici dopo l'incendio. Saranno avviati confronti con gli istituti per trovare soluzioni praticabili.

"Confronto al tavolo provinciale. Ai ragazzi chiedo collaborazione"

"Confronto al tavolo provinciale. Ai ragazzi chiedo collaborazione"

"Nei giorni immediatamente successivi all’ incidente relativo ai controsoffitti, ho incontrato personalmente studenti e studentesse del Buonarroti insieme alla consigliera all’edilizia scolastica Cristina Bibolotti, per spiegare loro l’iter di verifica messo a punto dall’ente provinciale relativamente a queste strutture, che vengono controllate biennalmente e alle cui verifiche segue idonea documentazione rilasciate alle nostre istituzioni". Così il presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori.

"Per quanto concerne l’incendio dei giorni scorsi – continua il presidente Angori – anche in questo caso si è trattato di un incidente in un locale che, come risulta anche dal verbale dei Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto, aveva disponibile anche un eventuale accesso esterno. La Provincia di Pisa è al lavoro anche per il ripristino di questo spazio scolastico, raccomandando anche a studenti e studentesse piena collaborazione nel gestire gli spazi a disposizione, in accordo con i nostri enti, nella maniera migliore possibile e con ampia e reciproca collaborazione, con il consueto ascolto attivo che contraddistingue tutte le parti in campo".

"Già a partire dai prossimi giorni - promette Angori – , inoltre, e possibilmente dalla giornate di giovedì 8 febbraio, è intenzione del nostro Ente proseguire con dei confronti con i singoli istituti cittadini, a partire dal Liceo Buonarroti e dal Santoni, per i quali istituti è ancora pendente il ricorso avviato dalla Provincia di Pisa per il finanziamento Pnrr negato per il rifacimento dell’ex Concetto Marchesi. Partiremo da questa questione, al fine di trovare, in accordo con le istituzioni scolastiche, le soluzioni praticabili, e stesso metodo di lavoro sarà portato avanti anche con tutte le altre istituzioni cittadine, prima della convocazione della nuova riunione del tavolo dell’edilizia scolastica, al fine di programmare anche nuovi interventi che si rendano necessari, in accordo con le istituzioni scolastiche, al fine di ottimizzare i tempi delle lavorazioni coerentemente con lo svolgimento dell’attività didattica".