Il cantante Claudio Baglioni alla festa della Chimica (foto di Valtriani)
Il cantante Claudio Baglioni alla festa della Chimica (foto di Valtriani)

Pisa, 6 dicembre 2018 - Festa della Chimica, gran finale con Baglioni e fuochi d’artificio. Quarantacinque minuti di concerto privatissimo e fuochi d’artificio che hanno illuminato il cielo sopra il Palacongressi. E’ stato questo il gran finale regalato agli oltre 450 invitati (tutti i i big dell’industria italiana e internazionale della chimica) che il 5 dicembre 2018 sera hanno partecipato alla Festa della chimica, la convention internazionale organizzata dal gruppo Todisco con la collaborazione di Miriam e Patrizia Pagliarone, per fare il punto sullo stato dell’arte di un comparto, quello della chimica di base, che, ha spiegato nella tavola rotonda il presidente del gruppo, Donato Todisco, «ha tenuto a galla il Paese e l’occupazione nel periodo più buio della crisi economica, mantenendo inalterati elevati standard di qualità dei suoi cicli produttivi e il livello degli investimenti».

Dopo la cena di gala, a sorpresa, è entrato in sala Claudio Baglioni che al piano ha incantato la platea con i suoi più celebri successi che hanno impreziosito i suoi cinquant’anni di carriera. C’è stato spazio anche per un improvvisato duetto con il padrone di casa sulle note di «Questo piccolo grande amore». «Donato - ha scherzato Baglioni alla fine della canzone - non so che impegni hai nei prossimi mesi, ma io organizzo Sanremo anche quest’anno». La convention ha chiuso i battenti a notte fonda con un suggestivo spettacolo pirotecnico a tempo di musica.

Gab. Mas.