Solidarietà in bianco sotto la Torre (Valtriani/Cappello)
Solidarietà in bianco sotto la Torre (Valtriani/Cappello)

Pisa, 9 luglio 2018 - Un successo annunciato. Anche la quarta edizione della «Cena in bianco» ha visto Pisa protagonista con una massiccia adesione – 1500 le persone e presenti – e una location mozzafiato: piazza dei Miracoli, dove sabato sera è stato imbandito l’ampio rettilineo lungo la via del Duomo, compreso il tratto lungo il Museo delle Sinopie e l’antico ospedale, un tempo occupato dalle bancarelle.

«Potevamo al massimo allestire un evento per 1500 posti a sedere, come consentito dalle norme sulla sicurezza e già da due settimane era tutto esaurito» spiega Michele Schinella, presidente Aipd Pisa - Associazione persone down che organizza la Cena in Bianco fin dalla prima edizione. Un evento che si svolge in numerose città italiane (ciascuna con una propria finalità, a Pisa quella dell’inclusione delle persone disabili) e che negli anni è andato crescendo in maniera esponenziale. E dopo tre cene in piazza dei Cavalieri, l’ulteriore salto di qualità con l’allestimento ai piedi della Torre, una novità assoluta e un’emozione per tutti.

«La macchina organizzativa si è messa in moto fin da gennaio e siamo grati all’Opera della Primaziale che ha consentito di organizzare la cena – spiega Schinella – con il patrocinio del Comune» (sabato era presente il neo assessore al sociale, Gianna Gambaccini). La formula è semplice e la regola principale è quella del bianco: dall’abbigliamento (molte signore hanno anche sfoggiato eleganti cappelli) a quello della tavola dove sono banditi tovaglioli di carta e contenitori o piatti di plastica a favore di tovaglie di stoffa o ricamate, porcellane, vetro trasparente e argenteria.

Apprezzato, per un ulteriore tocco di raffinatezza, il centrotavola floreale, sempre in bianco e sabato molti commensali si sono prodotti in creazioni da vera cena di gala. L’evento è stato promosso insieme alle Cooperative sociali Alzaia e Il Simbolo e con il contributo di sponsor come Acque Spa, che ha offerto brocche di vetro e acqua, Ikea che ha donato l’occorrente per allestire i 350 cestini di TiCucinoBio e la collaborazione di City Grand Tour Pisa, gelateria Arigianale De Coltelli, «Dolce Pendente Pisa», Treno Pisa Tour, CoopCulture e Mura di Pisa, mentre gli scout Agesci Pisa 4 hanno apparecchiato le tavole e i volontari Pubblica Assistenza hanno garantito i soccorsi in caso di necessità.